Skip to content

Colonna sonora: Counting Crows, “Omaha”

agosto 13, 2009

Domani parto per le vacanze, prima ho sentito il suono che tipicamente segnala l’arrivo di un sms sui cellulari Nokia e mi sono di colpo ritrovata a un anno fa…
Un anno fa ero in Belgio da 5 mesi, ero in piena fase Erasmus, sempre in giro, spesso e volentieri ubriachella… c’era Patrizia, c’era Wendy, c’erano pochi altri amici, c’era il vuoto la mattina quando nel weekend mi svegliavo e KOK e PLP non c’erano e Patty era via e io ero sola e pensavo “Ma cosa ci sono venuta a fare qua?”, e poi invece mi alzavo e mi vestivo e improvvisamente c’erano tantissime cose da fare e il vuoto se ne andava… c’era Amine (“Tutti dritto!”), c’erano i caffè da Illy, c’erano i Mercoledì in Châtelain e i Venerdì in Lux, c’erano le serate alternative con David e Dimitri… c’era tanta tanta musica, tanti sogni e poca realtà… c’erano tanti ragazzi con cui uscire, ma ce ne era solo uno che davvero mi faceva battere il cuore…
… e non si capiva cosa volesse da me, mi cercava e poi spariva, stavamo ore a parlare mentre il mojito scorreva ma non mi baciava… finché non è arrivato il momento di partire per le vacanze, e la sera prima sono andata a cena da lui, e la sera dopo ero sull’aereo con mezz’ora di sonno alle spalle e un sorriso grande così… e appena arrivata in Italia ho comprato un cellulare Nokia in cui mettere la scheda belga, e ho passato tutto Agosto a sobbalzare ogni volta che sentivo il suono che segnala l’arrivo di un messaggio…
… e poi a Settembre sono tornata, e le cose sono state belle per una settimana e poi brutte per mesi, e quel suono si sentiva sempre meno, e Patty era partita e io ero triste… la musica ed i sogni però c’erano ancora… e poi ho iniziato il corso di francese e ho conosciuto nuovi amici, i Venerdì in Lux sono stati sostituiti dai Giovedì in Lux, i ragazzi con cui uscire sono tornati ad essere tanti ma al tempo stesso nessuno…
… e poi un giorno G mi ha invitato a pranzo, e poi il cellulare Nokia si è rotto e adesso quel suono non lo sento più, o se lo sento non è per me.

Annunci
4 commenti leave one →
  1. utente anonimo permalink
    agosto 13, 2009 12:21 pm

    urca:
    un anno fa… un anno fa mi ricordavo di contare i mesi dal nostro matrimonio, non avevamo ancora un salotto e le faccende quotidiane avevano ancora il sapore dell’avventura. un anno fa ancora non lo sapevo ma stavo già male, guardando indietro sembra così evidente, ma ho dovuto arrivare al limite a dicembre prima di capirlo. un anno fa facevo fatica a chiamare “marito” mio marito.

  2. agosto 13, 2009 3:32 pm

    io devo andare a 2 anni fa per trovare grandi differenze… 2 anni fa convivevo ma la mia storia era già finita e non lo sapevo…

  3. agosto 15, 2009 8:41 am

    Il belgio…che nostalgia…

  4. utente anonimo permalink
    agosto 25, 2009 10:08 am

    dunque…io sono a lavoro tutta bellina e da quella cavolo di porta nn entra nessuno…e te mi fai piangere!io un anno fa stavo mooolto meglio ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: