Skip to content

Sprazzi di weekend

febbraio 22, 2010

Buongiorno! Che mi raccontate? Com’è andato il vostro weekend? Il mio è stato molto carino, e per una volta anche abbastanza riposante.

Qua a Bruxelles continua a fare freddo e il cielo continua ad essere abbastanza grigio. Qualche raggio di sole fa capolino ogni tanto, ma dura poco… Conseguentemente a ciò, non viene tutta ‘sta voglia di andare in giro, si sta bene al calduccio con una tazza di caffellatte e una fetta di torta.

Venerdì sera sono andata a cena all’Horloge du Sud, uno dei miei ristoranti preferiti qua a Bruxelles, nel mio quartiere preferito, cioè Ixelles. Fanno cucina africana (loro sono senegalesi) molto molto buona, io prendo sempre le stesse cose (pastelles aux légumes, maafé à la volaille, bananes plantains frites… e poi punto sempre la banane flambée ma al momento del dessert sono sempre troppo piena…) ma dovrei obbligarmi a provarne altre perché davvero è buono tutto. Oltre a fare ristorante organizzano spesso iniziative: cinema, dibattiti, concerti… Venerdì in particolare ci siamo andate perché suonava questo gruppo, non li conoscevo e mi sono piaciuti tantissimo, bravi e coinvolgenti… il concerto è partito abbastanza tranquillamente, poi la gente ha iniziato a ballicchiare, a fine serata tutto il locale era sui tavoli e chi aveva un qualsiasi strumento era sul palco a suonare con loro! Bello bello.
Ero con Serena e poi c’erano la sua amica Martina, che è a Bruxelles da poco più di un mese ma è già inseritissima (il concerto era stato suggerito da lei) e Nadia, un’altra ragazza che conosco da poco e che mi piace molto.
Al tavolo vicino al nostro, una famiglia così anacronistica che sarebbe valsa la pena di andare anche solo per vedere loro… sembravano usciti direttamente dagli anni 80! Probabilmente era venuti credendo che suonassero gli Europe… C’erano il babbo e la mamma, più una caterva di figli dai 6 ai 16 anni direi, fra cui una bambina grassottella conciata come la Puffetta, un bambino sotto i 10 anni con chiodo e capelli ritti (ma tratti infantili…), e soprattutto lei… la figlia 16enne per mano al fidanzatino che sembrava gggiovane ma che se lo guardavi bene aveva il doppio dei suoi anni… lei, con i suoi tratti ancora infantili e la pettinatura ed il trucco anni 80, capello biondo cotonato e occhi neri neri neri… su una faccia da bambina però, e quindi il risultato era più buffo che vamp… anche l’abbigliamento mescolava elementi da ragazzina e dettagli sensuali: jeans, felpa col cappuccio, scarpe da ginnastica… cintura nera con borchiette che formavano la scritta”SEX”.
Che dire, sarebbe bastata lei da sola a risolvere una serata, ma… vedere tutta la famiglia alzarsi per andare a casa e il babbo mettersi il bomber con l’interno arancione mi ha regalato un ulteriore attimo di gioia!

Sabato sveglia presto (grazie al raffreddore) e via in cucina, c’era in programma un brunch da Serena e a me era stato chiesto di portare una torta al limone, visto che di ricette ne ho varie ho deciso di cogliere la palla al balzo e sperimentarle tutte!
Mi sono prodotta in un po’ di classiche crostatine con pasta frolla e crema al limone, collaudate e direi buone; in una torta con base di pâte génoise e lemon curd che ho poi decorato con fettine sottili di lime, la crema a giudizio universale era la migliore ma sulla pasta ancora non ci siamo, dovrebbe essere più morbida, sbaglio qualcosa e credo anche di aver capito cosa…; e in un dolce creolo con crema ai limoni verdi, forse il più apprezzato perché quello dal sapore più particolare, è però difficile farlo venire anche bello, mi servirebbero il mixer ed una tortiera a cerchio apribile… saranno i miei prossimi acquisti, mi sa.
Al brunch eravamo le stesse della sera prima più altre 2 ragazze, simpatiche, una arrivava dal corso di cucito, lo vorrei fare anch’io!
Abbiamo mangiato (Serena aveva preparato le crêpes, e una torta salata con il formaggio e le zucchine buonissima), chiacchierato, e poi siamo uscite per fare una passeggiata perché c’era luce.
Non conoscevo bene Saint-Gilles ed è proprio carino! Adoro questo lato di Bruxelles, il fatto di essere più un insieme di villaggi che una città. In un negozietto biologico ho trovato la farina di ceci e quella di farro, evviva! L’acquisto successivo saranno i barattoli per le farine, dopodiché mi interneranno :-O
La sera ero stanca e col mal di gola, così è venuta Gloria da me e abbiamo passato un’eccitantissima serata guardando la finale di Sanremo con KOK e PLP. Certo che è buffo, quando vivevo in Italia non lo guardavo mai e mi ritrovo a guardarlo ora!

Domenica ho dormito tantissimo, mi sono attivata ad un’ora improponibile, ho messo a posto la camera, doccia, capelli… ed era già ora di uscire! Ho trascinato Gloria a vedere quel capolavoro del cinema odierno che è “La princesse et la grenouille”, versione doppiata in francese tanto per volerci male, lo volevo vedere da quando sono tornata da New Orleans… e poi a mangiare una pizza. Abbiamo chiacchierato un bel po’ e mi ha fatto piacere, è raro che succeda, siam sempre di corsa!

E oggi ho sonno… ed è finito il caffè :-(

Annunci
3 commenti leave one →
  1. gennaio 24, 2012 8:57 pm

    ragazze! che gioia mi date!
    mi sento orgogliona di avervi fatte conoscere…
    poi mi dovete raccontare tutto nei minimi dettagli
    tanto ci si vede questa settimana, no?
    romina

  2. gennaio 24, 2012 8:57 pm

    che strano, pure io ho visto sanremo per la prima volta dopo 20 anni forse..
    dite la verita voi “emigrati” tifavate per la patriotica (o patriottica :-S )canzone di Emanuele Filiberto vero? ;-)
    ila

  3. gennaio 24, 2012 8:57 pm

    Orgogliona :) Infatti grazie.
    ma è normale che quando leggo i vostri blog mi sembra di spiarvi?
    Serena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: