Skip to content

Morning Glory

marzo 25, 2010

Buondì,

Non avrei tempo a dire il vero, ma è una vita che non scrivo e allora il tempo me lo prendo.

Intanto vi dico che oggi è una giornata bellissima, calda e soleggiata. Di quelle che ti spunta il sorriso come metti piede fuori di casa (e ti passa la voglia di andare al lavoro, ma quella è un’altra storia). Sono già un po’ di giorni che è così, si sta bene, fa caldo anche la sera, e spero che duri!
Ieri sera sono andata a bere qualcosa con Martina, abitiamo vicinissime e allora ogni tanto capita di trovarsi sotto casa per una birra. Io non volevo andare in un posto fumoso, così ci siamo seduti ai tavolini fuori dal Monk, il pub fiammingo sotto casa mia. Il cielo era sereno, l’aria tiepida, c’era gente ovunque, e dopo un po’ ci siamo ritrovate a chiacchierare di vita e musica, un po’ in inglese un po’ in francese, con una ragazza fiamminga di origini africane ed un ragazzo fiammingo di origini indiane. E dopo poco alla compagnia si sono unite Carmen e Geisha!
Carmen è una signora anziana che abita anche lei in zona Sainte-Catherine. E’ vecchia ma è completamente in testa, e da quella testa escono pensieri che vorrei sentire un po’ più spesso. Geisha è il suo cane, vecchiarella anche lei per essere un cane, 13 anni, cieca ma sveglia. Formano una coppia graziosissima, si sono sedute con noi per riposare un po’ e Carmen ha iniziato parlandoci di Geisha, come tutte le persone anziane tende a ripetersi e allora ci ha raccontato varie volte che Geisha è un cane gentile, che non morde, che l’ha chiamata così perché è di razza asiatica, che invecchiando ha perso la vista e allora la fa dormire con lei per tenerla d’occhio, sulle coperte però, non a contatto col lenzuolo, anche se Geisha è pulita, e così gentile, la mattina la aspetta davanti alla porta trattenendo la pipì perché sa che deve farla fuori… E una volta l’ha persa, aveva il guinzaglio in mano ma a un certo punto si è resa conto di avere solo il guinzaglio senza il cane, ha iniziato a cercarla ma non la trovava e allora si è messa a piangere, finché qualcuno non l’ha trovata che dormiva sotto una panca al pub. E poi ci ha raccontato del marito, che adesso è morto e che era ebreo belga, e tutti le chiedevano “Ma perché hai sposato un ebreo?”, e lei rispondeva indignata “E’ belga, e il cuore lo abbiamo tutti dello stesso colore”, e dei parenti di lui che gli chiedevano “Ma perché hai sposato una goy?”, e lei non capiva e diceva “Io non sono goy, io sono belga!”… E poi della figlia, che vive nelle Ardenne e che ha chiamato Noëlla perché è nata il giorno di Natale… Abbiamo parlato per ore, ogni tanto io e Martina dicevamo “Adesso andiamo” e invece rimanevamo lì, ogni tanto lei diceva “Vado a casa” e poi restava, la gente continuava a passare e tutti la salutavano o avevano una parola gentile per lei e per il suo cane… Alla fine, a mezzanotte passata, è andata davvero, e noi siamo rimaste a guardare lei e Geisha camminare a passo svelto (o meglio: Carmen camminare a passo svelto, Geisha arrancare per starle dietro), oscillando lievemente, finché non sono sparite dietro l’angolo di Oude Graanmarkt.

Alla fine anche io e Martina siamo andate a letto un po’ ondeggiando, ho finalmente scoperto come ovviare al fatto che non mi piace la birra: elogio del genièvre!

Poi, lo scorso weekend è stata qua Costanza. E’ stato molto bello vederla, anche se è appurato che devo fare ancora mooolta strada sulla via del rilassamento per riuscire a godermi appieno le cose (e farle godere agli altri di conseguenza).
Il weekend non è andato esattamente come avevo programmato, ci sono state più cose e meno pigre passeggiate e chiacchiere di quel che avrei voluto, un po’ per colpa del tempo ma principalmente per colpa mia. Siamo comunque riuscite a parlare un po’ e almeno per quanto mi riguarda è stato utile, Co’, mi sono scordata di dirti che a psicanalizzare gli altri sei bravissima! Abbiamo capito che ho un problema con il controllo, che spazia dall’andare nel panico quando le cose non vanno esattamente come avevo previsto al tenere i libri in ordine di altezza, che fatto da una la cui vita è un gran casino sembra un paradosso, ma invece è proprio lì la chiave.
Dopo un Venerdì sera di locali, un Sabato di shopping (mio…) e concerti, la Domenica è stata proprio sbracata, colazione tarda e poi film (brutto) sul divano insieme a KOK e PLP… questi momenti così semplici all’apparenza, tutti insieme, fra una battuta del film e un pelouche tirato in testa senza preavviso, rimarranno impressi nella mia memoria come fra i più belli che ho vissuto. Anche se spero ci saranno altre cose belle nella mia vita :-)
Poi, che io a stare ferma non ce la posso fare si sa, e quindi mentre guardavamo il film ho pulito i carciofi, poi ho denocciolato le olive, poi ho tritato finemente l’aglio ed i fiori di lavanda… quando il film è finito avevo già in testa un programma culinario completo, non restava che da chiamare gli aiuto-cuoco, ed è così che Serena, Gloria e Vittoria sono state invitate a raggiungerci per un pigro pomeriggio di chiacchiere, musica e fornelli. Ovviamente era una trappola, alle 18 la cucina era una bolgia infernale, assomogliava a quello che immagino sia la cucina dei ristoranti più famosi nell’ora di punta… Era tutto un “Taglia!” “Frulla!” “Impasta!” “Sbrigati con quel coltello, che poi serve a lei!”… a volte non so proprio come facciano a sopportarmi :-D
Alle 21:30 lo sforzo comune aveva prodotto la sagra del carboidrato:

  • biscottini al caprino, timo e sale nero (Gloria)
  • girelle stracchino e chorizo (io e Gloria)
  • focaccia alle olive e fiori di lavanda (io)
  • crema di melanzane e capperi (Co’)
  • muffin scalogno, zucchine e scamorza (Co’)
  • paccheri carciofi e pecorino (io)
  • quattro/quarti agli agrumi e vaniglia (Serena)
  • tartellette alla crema pasticcera e kiwi (io, Vittoria e Co’)
  • zuccotto alle nocciole ed al cioccolato (Vittoria)

Ci siamo sbafate tutto e siamo andate a dormire felici e satolle ^^

La mattina dopo (o meglio, qualche ora dopo) Co’ è ripartita, peccato… spero che avremo occasione di rivederci presto, e prometto di lavorare sull’arte del relax nel frattempo.

Che altro? Qua il sole continua a splendere, e oggi la vita mi sembra piena di promesse :-)

Angolo cucina: mi sono data ai dolci ultimamente. Lunedì ho rifatto il quattro/quarti visto che quello di Domenica era stato prontamente finito da KOK e PLP, Martedì ho provato una torta al limone, ieri con gli avanzi di impasto l’ho rifatta ma con una crema al cioccolato anziché al limone.
In tutto questo il raffreddore mi ha momentaneamente privato del senso del gusto e quindi non ho idea dei risultati!

I’m in a music mood, sto ascoltando tanto i Bright Eyes come sempre, ogni volta scopro qualcosa di nuovo (e ho deciso che voglio sposare Conor Oberst), e poi ultimamente Elliot Smith e Okkervil River. E forse altra musica arriverà presto :-)

Domenica, tempo permettendo, vado con Niels on a day trip, stiamo disperatamente cercando qualcosa di nuovo da vedere in Belgio, forse alla fine andremo a Mechelen, lo sapevate che c’è la scuola di carillon???

Il corso di tecniche aeree circensi mi piace sempre di più, non vedo l’ora che arrivi il Martedì sera. Il trapezio rimane un mio grande nemico, sui tessuti invece mi sento a mio agio. Chissa perché, poi! Il trapezio mi dà le vertigini anche se è molto più basso, non mi ci sento sicura, credo sia tutto psicologico ma non so bene cosa mi spaventi… ho sempre l’impressione di scivolare, lo so che non è vero, ma è più forte di me.

Di G mi sono imposta di non parlare qui, lui legge il blog ogni tanto e mi fa piacere, e per questo motivo e per rispetto nei suoi confronti ho deciso di non mescolare pubblico e privato.

Al lavoro! Al lavoro! Cenerella ♪

Annunci
2 commenti leave one →
  1. marzo 25, 2010 11:29 am

    zuccotto nocciole e cioccolato….oimmenaasento le campane

  2. utente anonimo permalink
    marzo 26, 2010 8:14 am

    Evviva la primavera! e l'amicizia :))ciao stella buon week end!sally

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: