Skip to content

Feste africane, melodie balcaniche et légumes oubliés

aprile 15, 2010

Mai riuscirò ad essere in pari con tutto…

Devo ancora raccontare del ritorno a Bruxelles, vediamo se ce la faccio.

Allora, dopo essere partita scazzata perché stavo bene in Belgio sono pure rientrata scazzata perché stavo bene in Italia… evviva!

Devo dire però che le mie amichette di qua hanno reso il rientro più facile e mi hanno immediatamente fatto riconciliare con la mia vita belga :-)

Giovedì sera cena da Martina… In pratica chiacchierando io, Serena e Martina ci siamo rese conto che ognuna di noi aveva portato dall’Italia dei formaggi tipici della rispettiva regione… e allora, pasta ai 7 formaggi ed asparagi selvatici di Sardegna! Ho anche conosciuto il famoso fiammingovallone, conoscerlo è stato facile, ricordarsi il suo nome e scriverlo… beh, è un altro discorso ;-)
Dopo cena siamo andate un po’ in giro per pubbettini, ho conosciuto dei loro amici, simpatici.
E sono rimasta affascinata dal nome del nuovo place to be: Madame Mustache (et son Freakshow!).

Venerdì ci sarebbe stato il concerto dei Band of Horses @ Botanique, ma per motivi di varia natura che non sto a spiegare qua ho deciso di rinunciare, e allora Balkan Trafik! @ Bozar. Mi sono divertita anche se devo dire di essere rimasta un pochino delusa dai concerti, carini, alcuni mi sono piaciuti pure tanto, ma in generale poco ballabili… diciamo che si andava dal concerto gipsy fico ma a sedere al discogitano con violinista zingaresco, tastierista romanesco e dj truzzo! C’era anche una band un po’ in stile New Orleans, loro mi sono piaciuti.

Sabato mi sono svegliata col sole e ho trascinato PLP a fare un giretto. Ero partita con l’idea di andare alla libreria di viaggi per comprare le guide di Dubai e della Cina, solo che lungo il tragitto mi sono rimasti attaccati alle mani una canottierina ed un libro troooppo bello sui vegetali caduti nell’oblio, così alla fine per salvare il mio conto in banca ho comprato solo la guida di Dubai, rimandando quella della Cina al prossimo stipendio.
Il negozio del Bozar è pericoloso, avrei comprato TUTTO. Il libro è questo e ad affascinarmi sono state sia le foto che le ricette, sono basate su verdure che in effetti uso poco e mi è venuta una gran voglia di provarle, è da Sabato che vado alla ricerca di vegetali dimenticati… e stamattina al mercatino biologico sotto casa ho trovato pastinaca, scorzonera (quest’ultima ha destato l’ilarità di KOK e PLP) e topinambur!
Tornando a Sabato, il sole e l’aria primaverile mi hanno fatto venire voglia di una bella crostata con tante fragole rosse profumate, una crema pasticcera morbida e vanigliosa ed un guscio con note di nocciola…
Così mi sono procurata gli ingredienti, sono andata a casa e mi sono messa all’opera.
Ho preparato la pasta frolla aggiungendo alla farina le ultime nocciole dell’Alta Langa tritate grossolonamente, l’ho messa in frigo a riposare e nel frattempo è arrivato Ale e ci siamo fatti un té alla menta con dolcetti marocchini… Quando Ale è andato via ho pulito le fragole e le ho messe in frigo con zucchero e limone, poi ho preparato la crema profumandola con i semini di mezzo baccello di vaniglia. Ho steso la pasta frolla alla nocciola, l’ho cotta, l’ho sformata. Ed ho riunito il tutto… e ho messo la foto su Facebook, ma adesso qui non ce l’ho :-(
Nel frattempo si erano fatte le 21, mi sono accasciata sul divano fin verso le 23 e stavo per addormentarmi quando mi ha chiamato Martina, così ho fatto l’immane sforzo di sollevare il sedere dal divano, NON cambiarmi ed uscire.
Sono uscita mezza addormentata e senza grandi aspettative… e mi sono ritrovata in questa casa fantastica a Saint-Gilles, a questa festa bellissima mezza europea mezza africana (uno degli inquilini è originario del Rwanda), con musica, danze africane, strumenti musicali mai visti prima, cibo, e una bella quantità d’alcool ^^ La cosa più incredibile era senz’altro la casa, con vari piani, la sauna, una terrazza arabeggiante… un sogno, ma non un sogno posh, al contrario, un sogno zingaresco ed accogliente… è stato bello anche interagire con persone di tante nazionalità diverse, tutte curiose ed aperte, dal bruxellois che voleva sapere perché amiamo la sua città al rwandese che si era messo in testa di insegnarmi a ballare col ritmo africano (e si è ritrovato fra le braccia un tronchetto della felicità!) :-D
Fra una cosa e l’altra sono tornata a casa verso le 5, e nell’aprire il frigo per dare un’occhiata alla torta mi sono accorta che la corrente era saltata… tipico mio, mi accorgo che manca l’elettricità mica perché non c’è luce, no, perché il frigo è meno freddo del solito! E così ho svegliato il povero KOK che dormiva, e abbiamo fatto una bella gita in cantina alle 5 del mattino.

Per Domenica mattina avevo un bellissimo programma: sveglia verso le 10, place Jourdan à la recherche des légumes oubliés, Marolles!
Peccato che quando mi sono svegliata fossero quasi le 13 :-D
Avevo appuntamento con Romina e le altre verso le 17 e dovevo ancora fare i compiti, così ho rinunciato ai miei progetti e mi sono messa al lavoro. Mi sarebbe pure piaciuto cucinare una bella cenetta visto che c’erano gli zii e la mamma di KOK da noi, ma i compiti mi hanno così assorbito che proprio non c’è stato il tempo!
Verso le 17 sono andata da Maria, lungo il tragitto sono passata davanti all’ambasciata polacca, c’era pieno di gente e fiori e candele, che malinconia…

Lunedì sera mojito per festeggiare il compleanno di Stefan, Martedì aperitivo infinito con Cecilia e Gloria, ieri riunione da Yael… stasera avrei pure voglia di stare a casa, ma c’è il sole e non credo che resisterò…

Che altro?

Ho fatto la pasta sfoglia e mi è venuta bene, e son soddisfazioni!

Ho prenotato il biglietto per andare in Italia il 21 Maggio ma non quello per tornare il 24, se non mi sbrigo finisce che resto lì!

Dovrei prendere anche un po’ di biglietti per concerti vari, ma sono piiigra…

A Bruxelles è arrivata la mezza stagione e decidere cosa mettersi è ogni mattina una lotta, ieri ho rinunciato ai jeans troppo stretti in favore di scarpe troppo strette… difficile azzeccarci.

Ho saputo che qualcuno di mia conoscenza sta cercando casa dalle parti di place Flagey e sono contenta, è una zona bella.

Le mie ultime password per il pc del lavoro secondo me sono inindovinabili: tutte in francese, tutte con errori grammaticali :-D

L’amico in procinto di partire per 6 mesi mi ha fatto un regalo bellissimo prima di partire: un sacco di musica nuova, ma proprio tanta… la sto ascoltando adesso (finalmente, finalmente, ho iniziato ad usare l’iPod che mi aveva regalato G per Natale… una rivoluzione) ed ogni poco scopro una canzone o una band di cui mi innamoro :-)

G mi manca, fa male non poterci parlare, non sapere come sta, non poter chiedere la sua opinione su tante cose, non poter scherzare con lui, non averlo più in nessun modo nella mia vita…
Ma va bene così, sarebbe impossibile essere amici ora, e credo che né quello che ci siamo dati quando stavamo insieme né il dolore che proviamo ora siano stati o siano inutili.

Infine, qualcuno di recente mi ha detto che non mi vede felice.
E’ vero, non sono felice, manca qualcosa nella mia vita, ma finché non so cos’è non lo posso cercare.
Ma visto che alla felicità completa al momento non ambisco, mi godo le piccole felicità di tutti i giorni: camminare sotto il sole con la musica nelle orecchie e tanti sogni in testa… non ha prezzo :-)

4 commenti leave one →
  1. utente anonimo permalink
    aprile 15, 2010 11:50 am

    se conti le faccine del tuo post, ce ne sono 6 sorridenti, 2 perplesse e 1 triste ….anche se non è la felicità pura, non ti puoi lamentare! di cose belle/piacevoli/ganze/festaiole/culinarie ce ne sono nei tuoi racconti!silvia 

  2. aprile 15, 2010 12:02 pm

    ma infatti mica mi lamento! :-)

  3. utente anonimo permalink
    aprile 15, 2010 3:17 pm

    evvabbè! il mio era un incoraggiamento…non un rimprovero! secondo me la felicità delle piccole cose è già la felicita completa!  sarà che mi accontento di poco? cmq w le faccine sorridenti!

  4. aprile 15, 2010 3:21 pm

    io non riesco a mettere le faccine nei commenti :-(

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: