Skip to content

Provo per la centesima volta a fare il riassunto degli ultimi giorni, vediamo se stavolta ce la faccio…

maggio 23, 2013

Venerdì 10 Maggio, che è l’ultima volta che ho scritto, dopo il lavoro mi sono incontrata con Johannes. Hamburger da Ellis, concerti a Botanique (La Femme e Chvrches) e poi all’Athénée a chiacchierare e bere jenever e pure giocare a Machiavelli fino alle 5 del mattino, ora a cui mi sono improvvisamente resa conto di essere ubriaca e allora ho trascinato Johannes a mangiare il kebab della buonanotte per assorbire l’alcool. E’ stata una nottata bellissima, non per l’alcool ma perché abbiamo parlato parlato parlato ed è stato bello!

Il Sabato Johannes è ripartito e io ho passato la giornata ad aprire scatoloni (ed ho trovato le famose pigne) e poi a una cert’ora mi sono messa a cucinare perché avevo invitato a cena Valeriedda. E qua parte l’aneddoto di cui dovrei vergognarmi ma invece no…

Allora, Valeriedda bedda stava facendo la settimana di purificazione del karma. Il che per me, in termini pratici, significava dover cucinare senza: grano, lieviti, latte e derivati, carne e pesce. Ho dunque preparato:

  • un frullatone di fragole, more e mango come aperitivo
  • cremina di piselli freschi (senza formaggio) e cecina come antipasto
  • noodles di riso con verdure miste al wok (erano sorprendentemente buoni!)
  • trio di insalate miste
  • macedonia

Poi Valeriedda è andata via e io mi sono ritrovata a casa sola.
Ora, in quei giorni si era verificato in Ohio il ritrovamento delle tre giovani rapite una decina di anni fa, e io molto avevo letto al proposito. Poi leggendo avevo trovato la storia della tipa austriaca imprigionata in un bunker sotterraneo dal padre per 24 anni, e molto mi ero impressionata.
Quindi, Valeria va via, io la costringo prima di andare a fare il giro della casa con me e controllare dietro al divano e sotto ai letti (c’erano un sacco di gatti!), e nonostante ciò appena lei esce scatta il panico.
Vado a letto, leggo un pochino, chiudo gli occhi e mi sogno le tre tizie dell’Ohio.
Dopo un’oretta mi risveglio perché ovviamente dopo la c***o di cena vegana mi scappa la pipì.
E qua scatta il panico.
Ma il panico vero. Ero paralizzata dal terrore. Non riuscivo a muovermi dal letto. Per potermi riaddormentare sarei dovuta andare in bagno, ma lasciare la camera non era un’opzione. Anche perché la nostra camera dà su una strada piena di locali, e quindi dalla camera sentivo la musica dei locali e i rumori delle persone, e questo mi teneva in contatto con la realtà il che era una cosa buona visto che il panico era nella mia testa. E poi in camera c’era la luce accesa. Quindi in quel momento la mia mente percepiva la camera come un posto ancora ancora decentemente sicuro, paragonata al resto della casa. Ma fuori? Fuori poteva esserci di tutto! La casa è vecchiarella e un po’ buia e chissà quali mostri si nascondevano sulle scale! La porta del terrazzo chiude male e sicuramente tutti i malvagi erano entrati dal terrazzo ed erano appostati sui gradini! La vicina ha una copia della chiavi e di certo è pazza ed entrerà e mi strangolerà! Se i malvagi entrano in camera posso saltare dalla finestra (siamo al terzo piano ma meglio che farsi catturare dai malvagi!) ma se esco dalla zona sicura è la fine!
Insomma, completamente bloccata dalla paura.
Ho provato a leggere, ho provato a riaddormentarmi, ho tenuto la luce accesa, ma niente, dormire era impossibile perché mi scappava troppo la pipì, ogni tanto mi addormentavo per qualche minuto e nel leggero dormiveglia tutti i pensieri peggiori prendevano il sopravvento e sentivo le mani dei cattivi che venivano a torturami e portarmi via, e allora no, meglio stare sveglia a leggere, ma è tardi e io sono stanca…
L’1, le 2, le 3, così. Alle 4 non ce l’ho fatta più e ho detto “Basta! Mi alzo e vado in bagno!”. Mi sono tirata su e la morsa del panico mi ha afferrato e ha stretto e io ho detto “No, non esiste, non posso andare in bagno, è troppo pericoloso, chissà che c’è al di là di quella porta!”.
Insomma, alla fine ho pisciato in un sacchetto dell’IKEA.

La mattina dopo era mattina e c’era la luce e si sa che alla luce del giorno i mostri si sciolgono, e quindi mi sono svegliata relativamente tranquilla! Retrospettivamente, la cosa che ho pensato è che quando i bambini hanno paura dei mostri li si tranquillizza dicendo che i mostri non esistono. Ma i mostri esistono eccome, non sono verdi e non hanno le squame ma questo non fa che renderli più pericolosi perché irriconoscibili, e credo sia stata questa improvvisa consapevolezza a scatenare il mio panico. Comunque, mi sono svegliata ed era brutto tempo e faceva freddo (in Italia sarà pure Autunno ma qui è Inverno!), ma non importa, era giorno! Sono scesa in cucina e ho dovuto rigovernare tutta la roba che la sera prima non avevo toccato per la fretta di scappare a rifugiarmi in camera, ed era tutto così incrostato che ho finito alle 13. Poi ho fatto colazione e poi avevo in programma di continuare con gli scatoloni (che sono un po’ come i rotoloni Regina, non finiscono mai!)… ma mentre mangiavo leggendo un libro, mi sono improvvisamente resa conto di quanto bello sia il Dolce Far Niente. E’ stato a questo dunque che mi sono con gioia dedicata per l’intero pomeriggio. Non ho acceso il riscaldamento ma ho creato una sorta di nido in cucina: ho fatto il pane (e quindi la cucina si è scaldata grazie al forno), ho letto, ho guardato un film, siccome il film parlava di cucina mi è venuta fame e allora ho preparato una pastasciuttella con i funghi e pochi ciliegini saltati, ho ascoltato la musica. Così fino alle 18, poi alle 18 è uscito il sole e Valeria mi ha chiamato e siamo andate a fare una passeggiata in uno dei meravigliosi parchi che circondano Bruxelles, e passeggiare fra anatre ed ochette è stata la degna conclusione di una bella giornata. Quando sono rientrata ho messo a posto casa in maniera abbastanza estensiva (ho passato svariate ore a piegare vestiti) e poi sono andata a letto, e la nottata è andata meglio perché sapevo che quella notte Bram sarebbe tornato!

E così è stato. E’ arrivato alle 5 e abbiamo dormito insieme per un’oretta, poi alle 6 io mi sono alzata, mi sono fatta una doccia, mi sono lavata i capelli, ho preparato la colazione e alle 8 gliel’ho portata a letto, e lui ha mangiato il pane fatto da me tostato con il burro e la marmellata e poi abbiamo bevuto il caffè insieme e poi abbiamo fatto l’amore ed è stato bello riaverlo con me :-) La serata invece è stata un po’ meno carina perché siamo andati per concerti (Ólöf Arnalds e Tom McRae a Botanique, belli entrambi) ma eravamo entrambi stanchi e abbiamo litigato!

Martedì ho fatto il saggio di tessuti! Sono venute a vedermi Jessica ed Elisa ed è stato fantastico! Di solito alla lezione aperta al pubblico mi inibisco e faccio cose strane tipo intrecciarmi o cascare, invece stavolta il fatto che ci fosse gente ha tirato fuori un’energia che non sapevo di avere e sono riuscita a fare tanto e tutto senza incastrarmi e senza morire per la mancanza di fiato! Favoloso!!! E favolosa anche la pizza che siamo andate a mangiare subito dopo, mamma mia com’era buona. Voglio un forno a legna.

Mercoledì ultimo allenamento di tessuti, sob sigh, proprio ora che cominciavo a divertirmi sul serio. Dopo Bram mi ha raggiunto in zona e siamo andati a mangiare messicano, abbiamo mangiato molto bene ma non rimasti troppo soddisfatti del servizio… e nonostante ciò ci tornerei!

Giovedì… boh… ah, sono venuti a cena KOK e Neil! Ecco il menù (mica mi ricordo tutto!):

  • affettati e formaggi, fave e pecorino, taralli
  • pasta al pesto
  • caprese con cuori di bue e mozzarella di bufala
  • insalata di lollo, finocchio, avocado e pistacchi
  • wok di verdure miste
  • sformatini di asparagi con fonduta di pecorino
  • uova strapazzate al tartufo
  • crostata con crema pasticcera e frutti di bosco

Venerdì dopo il lavoro io, Bram e i Flanzi siamo partiti… ma questa è un’altra storia, e bisognerà raccontarla un’altra volta!

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: