Skip to content

21 Giugno – 23 Giugno: Best Kept Secret in Tilburg, Holland!

giugno 24, 2013

Stamattina è veramente dura. Anche se a onor del vero non è che siamo andati a letto così tardissimo, erano le 2. Yawn (sbadiglio). Vado a farmi un tè (un tè!) va’.

Allora, weekend trascorso in Olanda, a casa della sorella di Bram che abbiamo usato come base per poi passare le giornate/serate a bivaccare al Best Kept Secret music festival. Se mi è piaciuto? Sì!! Se ci tornerei? Ma forse anche no.

Ma questo non riguarda nello specifico questo festival, questo vale per un qualunque festival si tenga nel Nord Europa e duri più di un giorno e sia all’aperto. Insomma, io italiana non sono proprio geneticamente programmata per stare sotto l’acqua! E infatti mi si sono arricciolati tutti i capelli, a dimostrazione che il corpo si ribella. La Domenica (ieri) ho proprio avuto un attimo di scazzo e sono andata in macchina a cercare un po’ di riparo visto che la sciarpa di LANA e il cappello di LANA erano fradici e non si asciugavano e gli STIVALI di gomma non tenevano molto caldo e mi ero scordata di portarmi i calzini di LANA. Come dite, voi avete passato il weekend al mare? Io l’ho passato con Bram e il suo amico che continuavano a fare piani per tornarci l’anno prossimo e dormire in un bungalow mentre io pensavo: ‘sti cazzi. Giorno pieno fino alle 23 come altro lato della medaglia, e questo almeno ci piace! Dopotutto è pur sempre Estate (disse la ragazza con la sciapra e i guanti).

Varie ed eventuali. Scenario bello, su un lago (impagabile vedere i pazzi olandesi che nuotavano con 2 gradi con accanto altri pazzi olandesi che facevano la pipì…). Ordine e pulizia (per quanto possibile): ieri sera siamo venuti via a festival finito e non c’era neanche mezza cartaccia per terra. Vastissima offerta di cibo di tutti i tipi, pure discretamente buono, e questa sì che è una novità per un festival! Io ho cercato di trattenermi per evitare di trasformarmi in un covone ma soprattutto per evitare di dover andare in bagno viste le file mostruose che c’erano davanti ai bagni delle femmine, mai capirò perché cavolo il mio genere passi le giornate ad andare in bagno… Gente vestita in modi assurdi, assurdi, sembrava di essere a Lucca Comics & Games.

Offerta musicale molto più vasta di quel che mi aspettavo, nel senso che pensavo di conoscere una band o due al massimo e invece alla fine ne conoscevo molte di più. Abbiamo iniziato Venerdì sera con Mackelmore & Ryan Lewis, che non conoscevo e che ci hanno fatto ballare, e l’altro concerto che è stato decisamente una highlight e una bella sorpresa del Venerdì sera sono stati gli Arctic Monkeys. Sabato Efterklang, che io mi sono quasi persa perché ero andata a comprarmi un panino ma sono tornata in tempo per la mia canzone preferita, Agnes Obel (non vista ma sentita), Balthazar (che credevo non mi piacessero e invece dopo averli visti in concerto ho scoperto che sì!), Allah-Las (credevodinonconoscerlieinvecesì) e Two Door Cinema Club (credevodinonconoscerlieinvecesì) che ci hanno fatto ballare sulla spiaggia abbestia! Poi Alt-J (credevodinonconoscerlieinvecesì) e infine Damien Rice, che ha fatto veramente un gran bel concerto. Quando siamo usciti da Damien Rice io ero congelata e allora siamo andati in mezzo ai puzzoni a ballare per scaldarci e abbiamo scoperto che tutte le phie erano lì! E infine, Domenica Local Natives (bravi, ma era proprio il momento in cui pioveva tantissimo!), Palma Violets (ci sarebbe stato da ballare ma pioveva), Portishead (not my style) e il gran finale con i Sigur Rós, che continuano a non esaltarmi in concerto ma di cui Bram invece è innamorato :-) Ed erano le 23 e c’era ancora luce e il cielo era grigio ma non pioveva e lo scenario surreale era perfetto per loro.

Un po’ di scenette divertenti almeno per noi, e le scrivo qua per non scordarmele.

Neil che urla: “Sono un contadino fiammingo e sono venuto qua in cerca di donne olandesi”!

Il ramo. C’era un ramo un po’ sollevato e la gente (in particolare le bionde, chissà perché) ci inciampava. Ci era preso un momento stupido e siamo stati tipo un quarto d’ora davanti al ramo a guardare la gente che inciampava e ridergli in faccia! Siamo delle persone orribili (i maschietti più di me, io almeno mi giravo per ridere).

Il ballo sulla spiaggia. All’inizio avevamo messo al centro gli zaini, poi Bram ci ha disegnato un cerchio intorno, poi Neil ha aggiunto un quadrato, e alle fine c’era questo spazio enorme tutto per noi che ci ballavamo intorno con la gente che ci guardava perplessa (poi veniva a ballare con noi però!).

Le phie. Neil è single e c’era questo mistero di dove fossero tutte le phie per lui. Finché Bram non si è ricordato di come il ramo inciampone sembrasse attrarre tutte le bionde e ha detto “There’s probably a pile of hot women close to the branch!” :-D

La fila infinita di ragazze davanti al bagno. Noi ci passiamo davanti e Neil si ferma davanti alla fila. Per scherzo visto che è un maschio, ma chi sta tenendo la pipì da mezz’ora non perdona e Neil viene coperto di insulti da una figlia di fattore mentre io e Bram ridiamo!

Eh già, perché le ragazze olandesi si dividono in due categorie: le phie e le figlie dei fattori, che vengono dal Nord.

Mmmh, per il momento non mi viene in mente altro… a casa della sorella di Bram siamo stati bene. Noi ci siamo divertiti a giocare con i piccini e loro hanno mangiato la mia torta di mele e la mia quiche, quindi tutti contenti credo!

Annunci
One Comment leave one →
  1. sally permalink
    luglio 1, 2013 9:47 am

    BELLOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: