Skip to content

Dal 14 al 28 Ottobre: post-compleanno, cucina, malinconia e un altro po’ di cose

novembre 21, 2013

Lunedì 14 Ottobre

Come avevamo accennato, serata film e tartufo a casa. Avevamo comprato un piccolo tartufetto bianco e siccome era piccolino sono stata generosa e l’ho lasciato tutto ad Orso. Metà è andato su dei tajarin al burro e tartufo bianco, l’altra metà su un ovetto al tegamino. Il film era “Sveitabrúðkaup”, carino, ma, complice un rosé siciliano che avevamo stappato per cena, mi sono addormentata a metà!

Martedì 15 Ottobre

Era il compleanno della mia mamma e, complice un’altra Piccolina, le ho fatto arrivare una piantina d’erica. Per il resto, mmmh… tessuti, e poi? Ah sì, a casa, Bram aveva preparato le sue famose polpette, che si sono rivelate degli hamburger a forma di palla.

Mercoledì 16 Ottobre

Tessuti (allenamento) e poi bevute con Niels in zona Châtelain. Serata carina ma pioveva a dirotto e sono arrivata a casa fradicia!

Giovedì 17 Ottobre

Dopo il lavoro sono andata a comprare dei dinosauri e poi a cena con Selena, Silvia e Orsola. Bella serata!

Venerdì 18 Ottobre (nonché sbuffolo compleanno)

A Anversa con Jessica per conoscere Steve McCurry! WOWWOWWOW!

Sabato 19 Ottobre

Giornata passata a cucinare, perché per la prima volta sarebbero venuti gli amici di Bram a cena da noi. E’ stata una serata molto molto carina con l’alcool che scorreva e come al solito troppo troppo cibo. Quando tutti se ne sono andati, verso le 2, io e Bram abbiamo pulito il minimo indispensabile per poter fare colazione la mattina dopo. Solo che io ero completamente andata e continuavo a ridere, e quando Bram mi ha fatto notare che c’era la lavastoviglie caricata, pronta per essere fatta partire e con lo sportello aperto, e sullo sportello aperto era bellamente adagiato un bicchiere che secondo lui ci avevo messo io credendo che si sarebbe lavato (anziché frantumarsi)… sono esplosa. Quindi poi Bram ha iniziato a fare la mia imitazione creando scenette in cui io entro in cucina ridacchiando, mi guardo intorno, prendo la pianta del basilico e la butto in lavastoviglie con vaso e tutto, la guardo frantumarsi e mi sganascio. Ke ridere.

Il menù!

Gli antipasti:

  • Salamino di cinghiale
  • Tuma, e cugnà per accompagnarla
  • Grissini piemontesi
  • Pinzimonio

Il cestino del pane:

  • Focaccina con ceci neri
  • Pane semi integrale
  • Paninelli al latte con noci, nocciole e pistacchi
  • Babà salati

I primi:

  • Linguine con zucchine, cipolla e stracchino
  • Gnocchetti di zucca su fonduta di Castelmagno
  • Plin con sugo di funghi

Il secondo e i contorni:

  • Arrosto di vitello a cottura lenta con pere cotte
  • Torta salata con cipolle rosse, rosmarino e formaggio di capra
  • Verrines di purè di patate al tartufo
  • Verdure miste al forno

I dolci:

  • Bignolini allo zabaione
  • Krapfen con crema al pistacchio
  • Crostatine con crema pasticcera e frutta
  • Crostatine con crema all’arancia
  • Mini tiramisù ai lamponi
  • Mini mousse al cioccolato

Come frutta:

  • Una fragola

Da portare a casa per colazione:

  • Muffin con le mele cotogne

E poi:

  • Amari, caffè, tè, ecc!

Domenica 20 Ottobre

Ci siamo svegliati tardi e un pochino hungover. Abbiamo fatto colazione (oddio colazione, un brunch spettacolare, con una caraffa di spremuta di arancia fresca e pane fatto in casa!) e poi siamo collassati. Abbiamo guardato la fine di “Sveitabrúðkaup”, carino. Poi abbiamo guardato “Saving Grace”, molto carino anche questo. Poi ci siamo fatti forza, ci siamo alzati e siamo usciti. Dopo 10 minuti ci siamo guardati e ci siamo detti “E se si tornasse sul divano?”. E così è stato, e per chiudere il ciclo abbiamo guardato “Dogma”, che ci ha fatto caa’.
La sera Bram è andato a un concerto e io ho invitato quei pinguini a mangiare gli avanzi. E’ stato bello rivederli e come al solito un po’ sono stata contenta e un po’ mi sono intristita pensando a quanto mi mancano sia loro sia gli altri nostri amici in Italia. Ma come mai io non posso essere semplicemente contenta di vivere col mio ragazzo come la maggior parte delle fie? Perché io ho questo bisogno disperato di avere intorno tutti? Co-mu-ne! Co-mu-ne! Co-mu-ne!

Lunedì 21 Ottobre

E’ ufficialmente iniziata la settimana del “non facciamo più la spesa e mangiamo tutti gli avanzi”, perché poi la prossima settimana siamo in Islanda. Quindi questa è stata la mia dieta:
colazione = muffin al cioccolato
pranzo = linguine ai 4 formaggi avanzati e yogurt
merenda = grissini e salame
cena = pizza alle verdure con sopra buttate tutte le verdure avanzate dalla cena
Mentre mangiavamo la pizza abbiamo guardato “Harold and Maude” che mi ha lasciato tristissima per circa un’ora…

Martedì 22 Ottobre

Lavoro, tessuti, a casa a mangiare nachos e guacamole!

Mercoledì 23 Ottobre

Lavoro, tessuti, mercato, a casa a mangiare nachos e guacamole!
O, per la precisione:
6:30 sveglia
8:30-16:30 ufficio
17:30-19:00 tessuti
19:30-20:00 mercato
21:00-00:00 a casa a mangiare nachos e poi a cucinare
6:30 sveglia…
Non sembra anche a voi che 24 ore siano decisamente troppo poche??

Giovedì 24 Ottobre

Continuato a mangiare a cazzo per finire gli avanzi. Tuttavia, fatta colazione due volte! Pane e burro con tè la prima e croissant con caffè la seconda. Si noti che stavo ancora mangiando pane e burro quando una mia collega mi ha offerto un croissant alla Nutella, e che fai dici di no?

In pausa pranzo sono uscita per fare la spesa e ho scoperto una cosa interessante. Sono andata nel quartiere africano e ho fatto la spesa al supermercato locale che è un normalissimo supermercato occidentale, tipo l’Esselunga da noi. Ho trovato tutto tranne le cipolle rosse. Non ce le avevano. Ed era già abbastanza strano che non le avessero, ma quello che mi ha veramente stupito è che quando le ho chieste hanno fatto una faccia stupitissima. Non le avevano mai sentite nominare.
“Poco male,” ho pensato “il quartiere africano è strapieno di negozietti di frutta e verdura, mi ci infilo e le cerco lì”. Ne ho girati 10. Nessuno aveva le cipolle rosse.
Al che ho dedotto che non solo le cipolle rosse non esistono nella cucina africana (congolese, per la precisione, era il quartiere congolese) ma che pure il supermercato di zona si è adattato alla cosa e non le tiene!

Dopo il lavoro cenetta veloce ma molto carina con Julie, Angela e Rossella. Poi a casa a cucinare fino alle 3 del mattino!

Ah già, perché non vi ho detto quanto sono patetica. Sarebbe lunga, ma in breve, mi mancano così tanto i miei vecchi coinquilini e il mio vecchio appartamento che ho accettato di preparare una cena per 10 solo per avere la possibilità di trascorrere una serata lì con loro!

Venerdì 25 Ottobre

Il Venerdì mi sono dunque alzata presto e dopo il lavoro sono corsa a casa mia vecchia che mi manca tanto a cucinare. La serata è stata molto molto carina ma è stato così surreale essere lì non vivendo più lì! Son giorni strani, tristi, in cui non mi capisco.

Il menù, ho preso tutte le ricette tranne quella della crostata dal libro Jerusalem:

  • burekas al formaggio
  • tanta pita, e…
  • hummus di fave
  • hummus di ceci neri kawarma (con agnello)
  • butternut squash & tahini spread
  • melanzane bruciate con melograno
  • insalata di patate dolci e fichi
  • insalata di datteri
  • insalata di zucca
  • fattoush
  • melanzane arrostite
  • kofta (polpettine allungate)
  • mutabbaq (dolce di brick con formaggio dolce)
  • e la classica crostata con crema e frutta, che non manca mai…

Era tutto molto buono, e il fatto di aver messo in tavola così tante cose diverse ha creato una bella atmosfera di condivisione e scambio.

E sì, era tutto molto buono, ma un ragazzo marocchino aveva portato un tajine di pollo e un’insalata di carote, e quelli sì che erano la fine del mondo! Quando si dice avercelo nei geni…

Sabato 26 Ottobre

Sono giorni un po’ strani dicevo. Non ho voglia di spiegare, tanto la maggior parte della gente non capisce. Comunque, mi sono svegliata verso le 10 e Bram è andato a giocare a calcio e io ero a casa da sola e non avevo programmi e un terribile senso di solitudine e abbandono si è impadronito di me. Allora sono uscita e ho vagato per la città fino alle 12, ora in cui mi ha raccattato il parrucchiere! Mi sono tagliata i capelli e poi sono andata a casa mia vecchia a recuperare tutti i Tupperware, ho trovato KOK che si era appena svegliato e abbiamo mangiato gli avanzi insieme. Poi son tornata a casa, ho cazzeggiato un po’, Bram mi ha raggiunto e abbiamo deciso di andare al cinema. La scelta è caduta su “La Grande Bellezza”, io avrei voluto vedere “La vie d’Adèle” ma essendo in francese qua lo danno con i sottotitoli solo in olandese e non ce la posso fare, oppure “Wadjda” ma Bram ha messo veto perché ho pianto come un vitello solo guardando il trailer! In realtà io ne approfittavo per piangere anche su un po’ di cosette mie, ma vabbè. Insomma, la scelta alla fine è caduta su “La Grande Bellezza” e ci è piaciuto molto, anche se ancora lo sto elaborando. Dopo eravamo d’umore italiano e allora siamo andati a scoprire un ristorante italiano che non avevamo mai provato e che ci è piaciuto abbastanza, sembrava di stare nella cucina della nonna! Dopo cena purtroppo siamo andati a nanna.

Domenica 27 Ottobre

Era una giornata lunga (cambiava l’ora) ma fra una cosa e l’altra è volata! Non abbiamo neanche fatto niente di che, sistemato un po’ casa in vista della partenza, fatto lavatrici, smaltito avanzi (con le mele cotogne ho fatto una torta e l’ho portata a KOK) e guardato un film leggero, “Happy-Go-Lucky”.

Lunedì 28 Ottobre

A casa a fare la valigia, perché la mattina successiva presto saremmo partiti per l’ISLANDA!

Annunci
3 commenti leave one →
  1. Nilde permalink
    novembre 21, 2013 10:08 am

    Da quello che scrivi sembra che tu sia sempre brilla, non sarà che derivi da quello l’essere troppo triste? Cerca di apprezzare di piu’ la tua vita.Sei fortunata ad avere un lavoro qualificato,un ragazzo che ti vuole bene e che ti apprezza,una casa tua in cui essere libera e tanti amici.Certo hai un po’ di nostalgia dell’Italia e della tua famiglia,ma non si possono avere tutte le fortune! Ciao nipotina,ci vediamo a Natale? Nilde

  2. novembre 21, 2013 10:15 am

    ahah, non sono sempre brilla e comunque non è quando sono brilla che mi prendono i momenti di tristezza. mi manca la mia vita con filippo e tommaso, tutto qui. e certo che ci vediamo a natale!

  3. novembre 21, 2013 10:32 am

    ps: in 14 giorni ho scritto 2 volte di essere brillarella. capisco la preoccupazione, ma vorrei tranquillizzare sia te che mamma (visto che anche lei ogni tanto si preoccupa) che c’è una bella differenza fra l’essere un po’ allegrotta 1 volta a settimana ed essere ubriaca sempre!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: