Skip to content

Becoming a housewife

aprile 22, 2014

C’ho da farne 2000 oggi, ma vorrei anche scrivere degli ultimi giorni perché poi domani parto e torno il 4 Maggio. Allora… cronaca!

Giovedì 17 Aprile ho fatto un lunghissimo e bellissimo aperitivo con Serena a Sablon e poi sono andata a mangiare indiano con Vero.

Venerdì 18 Aprile ero SOLA e SENZA PROGRAMMI. Che cosa meravigliosa! Avevo voglia di pesto, quindi ho fatto il pesto e poi mi sono accomodata sul divano con un bel piatto di linguine e un dvd. Quando sono sola ne approfitto di solito per noleggiare roba che Bram non guarderebbe mai, questa volta la scelta è caduta su “Hamam” che mi ha veramente fatto cagare. Finito il film ero infreddolita e non ancora assonnata, allora ho portato il piumino del letto sul divano e ho scelto un altro dvd fra quelli che avevamo in casa. C’è stata un po’ di lotta col piumino che era tutto gonfio e copriva la televisione, ma alla fine sono riuscita a sistemarlo e a guardare “Billy Elliot”. Non l’avevo mai visto perché boh, credevo fosse una commedia scemina. E invece! Mi è piaciuto TANTISSIMO. Tutto. La storia, la location, l’accento, il contesto storico, la colonna sonora. Me ne sono innamorata!

Sabato 19 che abbiamo fatto? Di sicuro un po’ ho cucinato per il pranzo di Pasqua. Ah, sì: brunch, poi Bram è uscito e anch’io ho fatto un giretto e comprato un paio di graphic novels di Guy Delisle. Poi giustappunto ho cucinato per il pranzo di Pasqua e poi Bram è tornato e mi ha dato il cambio in cucina preparando una cenetta messicana (nachos with homemade guacamole e tortillas con pollo marinato al lime e maionese speziata FATTA DA LUI) che abbiamo annaffiato con un bel po’ di Margarita :-) Dopo cena l’ho praticamente costretto a guardare Billy Elliot che ovviamente, vista la pubblicità che avevo fatto, l’ha deluso. Durante il film io mi sono addormentata un pochino ma era perfetto perché tanto l’avevo già visto!

Domenica pranzo di Pasqua con KOK e Torsten, ecco il menù:

  • muffin con salame, piselli freschi e pecorino fatti da me (facevano caa’)
  • pasta al forno con besciamella e verdure miste (sempre io)
  • vitello tonnato con patate saltate (KOK)
  • cheesecake e torta di frutta (Torsten).

Dopo pranzo in piazza a vedere lo spettacolo degli studenti della scuola di circo, poi cazzeggio in terrazza e la sera nachos e film con Bram, “Les émotifs anonymes”, cazzata ma carino!

Pausa ricetta!
La pasta al forno è venuta buonissima e mi segno la ricetta prima di dimenticarla. Allora, ho cotto tutte le verdure separatamente: un broccolo romanesco lessato e poi saltato con olio e aglio intero, una 15ina di asparagi tagliati a pezzettini e solo saltati (sempre olio e aglio intero), due belle manciate di spinaci (idem), 5 carciofi + 2 carciofini (avevano i figli!) cotti come mi ha insegnato mamma. Niente peperoncino, solo sale e pepe e un angolino di dado nei carciofi. Una marea di cipollotti giovani saltati in olio e conditi con sale e pepe. Una besciamella (40-40-400, per 350 gr di pasta) morbida che ho pure allungato con l’acqua di cottura della pasta e che ho poi salato e profumato con noce moscata. Ho buttato i cipollotti nella besciamella, ho mescolato e ho fatto gli strati così:
– besciamella
– verdure
– tagliatelle cotte al dente e condite con un po’ di besciamella e di verdure
– verdure
– besciamella
E poi in forno per mezz’ora.

E infine ieri. La giornata della lotta. Già da un po’ abbiamo delle tarme che svolazzano per casa e ieri abbiamo deciso di passare alle maniere forti.
Intanto vi dico che nel corso delle operazioni abbiamo trovato:
– un vermino in una farina
– due di questi su una tenda (io spero, spero, spero che fossero questi e che fossero solo entrati per stare al calduccio!)
– e infine, orrore degli orrori, un’ordinata montagnetta di segatura vicino al tagliere di legno d’olivo e un buco nel tagliere.
Ora, le tarme le possiamo sconfiggere. Le tignole, se ci sono (anche se ho controllato tutte le farine, le paste, il riso e i cereali e non ho trovato niente), possiamo farcela. Ma i tarli no. La casa è tutta di legno. Vi prego, i tarli no…
Insomma, abbiamo iniziato a sgombrare, pulire e poi spruzzare con lo spray anti-insetti la mattina. Camere, fatte. Salotto, fatto in maniera super approfondita, abbiamo persino lavato, messo in terrazza e spruzzato tutti i divani e le poltrone. Le vere pulizie di Primavera! E poi abbiamo attaccato la cucina. Abbiamo iniziato verso le 16 e alle 22 non avevamo ancora finito neanche di sgombrarla. A parte il tempo perso per esaminare con cura tutto ciò che potrebbe potenzialmente contenere bestioline e trasferire tutto in barattoli ermetici, ma poi, tutto il cibo, tutte le stoviglie, tutta la roba che non puole essere sprayata…
Alle 22 eravamo stravolti e ricoperti di polvere e non avevamo ancora finito. Lungo ed impervio è il cammino per diventare una brava casalinga! Alla fine abbiamo chiuso a chiave la cucina e siamo usciti a cena. Rientrati ci siamo fatti una doccia e ci siamo infilati tutti belli puliti e profumati nel nostro lettino bello sprayato (avevamo arieggiato ovviamente) e con le lenzuola pulite. Bello! Ma stasera ci tocca ricominciare :-(
In tutto questo ad assisterci e fare quattro chiacchiere fra un piumino e un aspirapolvere sono venute Veronica la mattina e Valeriedda il pomeriggio. Con Valeria abbiamo aperto l’uovo di Pasqua e dentro ci abbiamo trovato un mostro. Io ho detto sconsolata “Sembra un tarlo…”, ma poi è arrivato Bram che ha detto che quello è il mostro mangiatarli. Speriamo che sia vero!
Che poi a pensare a quanto è piccolo un tarlo e a quanto era grande la montagnetta quasi mi dispiace per quella povera bestiolina. Ma non mi farò muovere a pietà!

Quindi, tutto qua. Oggi dopo il lavoro estetista, poi forse tessuti ma forse no perché devo ancora fare la valigia e domattina ho l’aereo per Cipro prestissimo. Bram mi raggiunge Venerdì e ci restiamo fino al 4. Speriamo che in nostra assenza il mostro mangiatarli faccia una bella scorpacciata e che non succeda il contrario, che le varie bestioline prendano possesso della casa e cambino la serratura!!

One Comment leave one →
  1. ava permalink
    aprile 22, 2014 4:55 pm

    Guarda cosa ho trovato per te! Spero che la casa adesso sia bella sgombra e pulita…
    “Sapete che l’eucalipto è particolarmente sgradito ai tarli? Dopo aver imbevuto un panno con essenza di eucalipto, passatelo sulla superficie dei mobili facendo in modo di raggiungere anche i punti nascosti.
    Un rimedio naturale particolarmente efficace contro le tarme è invece la cannella. Aprite gli armadi e sostituite le palline di naftalina con tante stecche di cannella o piccoli sacchetti contenenti cannella in polvere e altre spezie come ad esempio chiodi di garofano e foglie di alloro. Stessa cosa per le bucce d’arancia: dopo averle fatte seccare, riponetele in alcuni sacchettini e poi riponeteli nell’armadio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: