Skip to content

24 Maggio – 1 Giugno: Venezia!

giugno 5, 2014

Vorrei scrivere qualcosa su Venezia prima di ripartire, vediamo se ci riesco.

Allora, Venezia è una città speciale sia per me che per Bram.

Bram ci ha vissuto per 6 mesi, ha scritto la tesi di laurea a Venezia su Venezia (turismo urbano). Se l’è vissuta come un locale (uno studente locale, dai) vivendo alla Giudecca perché Venezia era troppo cara e andando a prendere il sole alle Zattere. Si era innamorato dell’espressione italiana “prendere il sole”! Fortuna volle che in Erasmus con lui ci fosse Joris, un ragazzo olandese studioso d’arte. Grazie a Joris Bram si è visto delle cose fighissime (dal monastero di San Lazzaro degli Armeni ai tesori nascosti) con tanto di spiegazioni anziché solo gli Spritz.

Io a Venezia c’ero stata tre volte, tutte e tre magiche.

La prima con PLP un sacco di anni fa (avevamo accompagnato KOK all’aeroporto di Venezia e poi noi eravamo rimasti per il weekend). Casualmente era un weekend di Carnevale E il weekend di San Valentino, e nonostante ciò avevamo trovato un sacco di calli e campielli in cui c’eravamo solo noi e… le maschere. Poesia.

La seconda volta avevo appena iniziato a uscire con Bram (ma tipo che ci eravamo solo baciati) e per sicurezza tenevo il piede in due scarpe (l’ho fatto per poco!). Ero andata a trovare Arianna e a Venezia ci eravamo andate insieme. Con lei ho scoperto Corto Sconto, la guida di Corto Maltese, e da lì non l’ho mai più abbandonata. Di quel weekend mi restano un fumetto in francese e un bel po’ di messaggi che dicono “Vorrei essere lì con te”, in due lingue diverse però… Sogno.

La terza volta è stata con Bram, in un Gennaio freddo ma bellissimo. Turisti zero. Sono stati tre giorni di itinerari segreti, mercatini locali, aperitivi, chiesette e fondamenta nascoste. Incanto.

E questa era la quarta volta! Di nuovo con Bram, e anche con una coppia di suoi amici.

Questa volta la mia fidata guida ci ha portato…
… a Sant’Erasmo, dove ci siamo imbattuti nella sagra del carciofo e dove abbiamo scoperto che la laguna non è solo ponti e canali ma anche tanto, tantissimo verde…
… a Murano e a San Michele, l’isola che ospita il cimitero…
… a Cannaregio, il mio sestriere preferito in assoluto, svariate volte, per ombre e passeggiate…
… attraverso la Porta del Colore (Dorsoduro) fino a San Barnaba, attraverso la Porta dell’Oro fino a San Marco (fuggire, fuggire, dal flusso dei turisti senza fantasia!)…
… e attraverso la Porta del Mare lungo Castello, un sestriere che mi mancava e che ho amato: piazzette popolari, l’Arsenale e il confine inesistente fra sogno e realtà…
… e ancora a Santa Croce e San Polo, fino ad attraversare la Porta d’Oriente per raggiungere il ghetto…
… e la mattina presto a Rialto a fare la spesa, per portarsi a casa un bel polpotto e un sacchetto di vongole, e andare a fare colazione subito dopo…
… alla Giudecca e a San Lazzaro degli Armeni…
… e ancora Porta del Viaggio: Torcello, Burano e Mazzorbo…
… e per finire in bellezza, Cannaregio, ancora, sempre.

Ci sono stati un sacco (ma davvero un sacco!) di Spritz, ombre e cicheti.

Un bel po’ di buone cenette fuori e una forse migliore a casa, ecco il menù:

  • bruschettine miste (pomodorini, asparagi e carciofi)
  • polpo
  • linguine alle vongole
  • insalatina mista
  • biscottini col vino dolce e gelato

Un po’ di camminate a caso e alcune seguendo itinerari, indizi, storie.

Tanto vino e tante scarpinate notturne rientrando a piedi (e come sennò) e mettendoci il doppio del tempo perché si continuava a fermarsi attratti da un ponticello storto, un angolo romantico, un vicolo che porta chissà dove?

Sono attratta dalle stradine strette di cui non si vede la fine e mentre tutti camminano sulla strada principale io continuo a deviare verso altri percorsi. E adesso abbiamo capito il perché: non avendo il benché minimo senso dell’orientamento per me ogni vicolo è un mistero, una sorpresa, una porta verso un mondo sconosciuto dove fantastiche avventure ci attendono… anche se in realtà magari ci siamo già passati tre volte e in fondo c’è solo il canale, ma io non me ne ricordo e l’immaginazione vola!

Tanti gelati artigianali (io no!).

Un’orribile confezione di tazzine di plastica vinta alla sagra del carciofo di Sant’Erasmo (oh yes, oltre alle seppie con polenta grigliata c’era pure la tombola!).

“I wanna be with Emma!”, gridato dalle stronze ragazzine inglesi che volevano raggiungere “Emma” che guarda caso era in testa alla fila per prendere il vaporetto… ah ma a quel punto abbiamo wantuto essere con Emma pure noi e per raggiungerla le abbiamo calpestate tutte >:-)

Tanti, tantissimi gatti. Uno dolce e coccolone che vedendo arrivare un cane si è gonfiato ed è diventato il doppio!

Un Bellini da Cipriani a Torcello.

Uno Spritz in San Polo seduti per terra.

Una chiacchierata seduta sulle scalette di un ponte con Gloria, che è venuta a Venezia apposta per vedermi! E un gran bel pomeriggio a spasso per Cannaregio con Arianna e con il suo piccolo Federico (2 mesi di vita!) di cui mi sono INNAMORATA abbestia!

Stare ferma sulle scale, davanti al canale, ad ascoltare la musica proveniente da una finestra di Castello, un uomo suona il piano e una bambina canta.

La sensazione di irrealtà, che con la mia immaginazione ci vuol poco a viversela al contrario, e se Venezia fosse in realtà un palcoscenico e noi gli attori?

L’ultima sera io e Bram ci siamo imbattuti in Fondamenta 3.0, una sorta di festival lungo le fondamente della Misericordia a Cannaregio, se non è serendipity questa! Una barchetta a remi ci ha trasportato lungo le acque dei canali e poi verso il Canal Grande, e una Piccolina ha remato!

Il baccalà mantecato del Paradiso Perduto e le polpette della Vedova. E, vi dirò, pure le lasagne ai carciofi del Timon!

Le mie spalle abbronzate, che continuo ad avere la pessima abitudine di non mettere la crema.

I gabbiani che litigavano attorno ai banchetti del pesce! Non sono abituata a vedere i gabbiani in città, solo sul mare, ma Venezia è tutta acqua! Ho la foto di un gabbiano che scappa a gambe levate con una sardina in bocca! :-D

Tre ore a guardare l’orologio in San Marco aspettando lo scoccare dell’ora per vedere i Re Magi, che invece non si sono manifestati…

Il baretto a Burano in cui ci siamo rifugiati perché pioveva e in cui saremmo rimasti tutta la sera, a bere Hugo e guardare video anni Ottanta con i vecchietti.

La cena chic a Mazzorbo, che retrospettivamente avremmo pure potuto farne a meno.

La corsa sotto al diluvio per prendere l’unica barca del giorno di sciopero, con i piedi che fanno CIAF CIAF nell’acqua alta.

I tramezzini, e i panini della COOP. E il panino con la salsiccia a Burano!

Le camminate notturne. Oh, l’ho già detto? Ma sono state FAVOLOSE.

Specialmente quella con un Daiquiri in mano.

Celestia, e la vista sulla laguna.

Bram e Cédric che vanno al mercato la mattina presto, mentre io e Stéphanie ancora dormiamo. E quando ci svegliamo troviamo i cornetti caldi e le fragoline di bosco!

Il mercatino in rio terà dei Pensieri!

Gli squeri, dove riparano le gondole.

I nomi dei vicoli, che ti raccontano una storia.

Alla fine è stato bello essere in quattro, anche se ciò mi ha un pochettino obbligato a esercitare la famosa arte del compromesso in cui decisamente non sono forte. E d’altro canto però in presenza di altri io e Bram non abbiamo mai litigato, tipo che non mi è mai venuta voglia di sfracellargli la testa contro un pietrone. E devo dire che, nonostante in certi momenti mi sia mancato essere sola con Bram, Ced e Steph si sono rivelati degli ottimi compagni di viaggio!

Concludo con la lista dei posti in cui abbiamo mangiato/bevuto, come promemoria per la prossima volta…

Per cena:

Agli Alboretti http://aglialboretti.com/it/
Il primo pranzo nonché il migliore della vacanza, bigoi con fiori di zucca e scampi!

L’Orto dei Mori http://www.osteriaortodeimori.com/
Buono ma un po’ caro, non so se ci tornerei!

La Bitta
Buono ma non eccezionale (per me crespelle con patate e piselli su fonduta di formaggio), cameriere simpatico che ci ha fatto provare diversi vini :-)

La Bottega ai Promessi Sposi
Buono in una serata tranquilla, meno buono di Sabato sera, polpette di carne favolose!

La Zucca http://www.lazucca.it/en
Sempre buono anche se come cucina è un po’ troppo carica per i miei gusti. Evitando le lasagne ci tornerei! La burratina affumicata era speciale.

Venissa http://www.venissa.it/
Di cui più sopra.

Per un’ombra e un cicheto:

Cantinone Già Schiavi

Alla Vedova (polpetta polpetta polpetta!)

Al Merca’

Al Prosecco http://www.alprosecco.com/ (i panini!)

All’Arco (TUTTO)

Al Squero http://osteriaalsquero.wordpress.com/

Per entrambe le cose:

Paradiso Perduto http://ilparadisoperduto.com/ (bell’ambiente)

Al Timon (bello anche questo, qua niente pesce)

Per il gelato, eletto a furor di popolo (anche se non da me perché non amo il gelato):

Da Nico http://www.gelaterianico.com/

… e con un po’ di foto! Non sono le più belle né quelle classiche (tranne una), solo quelle che mi ricordano i momenti migliori. Quella con le due maglie a righe che sceglie il polpo sono io!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

???????????????????????????????

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

3 commenti leave one →
  1. Nilde permalink
    giugno 5, 2014 2:27 pm

    Hai ragione, anche per me Venezia è una città UNICA. Ciao. Nilde

  2. giugno 5, 2014 2:28 pm

    Che velocità! :-)

  3. ava permalink
    giugno 5, 2014 3:44 pm

    Certe volte i tuoi racconti di viaggio starebbero bene in qualche guida turistica!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: