Skip to content

Vestiti – reloaded

agosto 3, 2015

Scarpe: Londra

Niente da dire, comprate una volta che ero a Londra per lavoro. Sono le mie scarpe super preferitissime per la mezza stagione, le ho consumate e vorrei ricomprarle ma non le trovo più da nessuna parte! C’erano anche rosse e tuttora rimpiango di aver comprato solo quelle blu.

Calzini: Colonia

Qua la storia è già un po’ più buffa. Lontano 2009, periodo in cui io volevo Bram ma lui non voleva me, ero andata a Colonia per il weekend con PLP e PLP mi aveva raccontato qualcosa che Bram aveva detto a Fleur che Fleur aveva detto a PLP e da cui io avevo tratto la conclusione che Bram mi amasse alle follia e che presto avremmo passato un sacco di serate accoccolati sul divano a guardare film insieme… e quindi mi ero comprata un sacco di calzini carini da sfoggiare per le future occasioni! Ci sarebbe voluto un altro anno abbondante, ma che ne sapevo io? Poi se non erro mi era venuta la febbre alta, ero tornata a Bruxelles, avevo preso un antipiretico ed ero uscita con Guillaume.

Jeans: Maasmechelen

Questa è facile. Io ODIO i jeans aderenti che vanno di moda adesso, e in Belgio si trovano solo quelli. Io voglio i jeans DRITTI. A inizio anno li avevo consumati tutti e non sapevo più come fare. Per il mio compleanno Bram mi ha portato a Valkenburg in Olanda, siamo tornati prima del previsto e ci siamo fermati all’outlet di Maasmechelen dove nel negozio di Patrizia Pepe ho trovato i jeans come li voglio io e ne ho fatto scorta!

Mutande: Marrakesh

Lontano 2008, Bram mi aveva appena appena scaricato e io ero andata una settimana a Marrakesh con la mia amica Patrizia. È stata una bella vacanza, siamo finite ovunque e abbiamo riso un sacco! Le mutande sono azzurre a righe, le avevo viste su un banchetto del souk, mi erano piaciute e mi sa che le avevo persino contrattate!

Reggiseno: Bruxelles

Mmmh, verde prato e comprato qua a Bruxelles mi sa nel periodo in cui uscivo con Guillaume e avevo fatto scorta di completini carini…

Canottierina: non so dove, ma Toscana

Gialla di Intimissimi, ce l’ho da 100 anni e ho scoperto di recente che Valù ha la stessa lilla… purtroppo non le fanno più!

Maglietta: Barcellona

Acquisto recente, Giugno 2015.

Golfino: Bruxelles

Anche questo abbastanza recente, avevo accompagnato Selena per saldi e alla fine sono uscita con più roba io di lei!

Sciarpina: Praga

Ah, anche qua c’è una bella storia, questo è stato uno dei weekend più belli della mia vita, nonostante sia partito con una super mega litigata! Ero con Bram (i biglietti per Praga erano stati il mio regalo per il suo compleanno) e stavamo in un albergo bellissimo che avevamo preso in offerta, su un’isoletta proprio sotto al ponte Carlo! Un incanto, davvero. La mattina ci eravamo alzati prestissimo ed eravamo andati (a litigare) sul ponte Carlo prima che venisse invaso dai turisti, e quando siamo tornati sulli’sola (saranno state le 8 del mattino) avevano appena iniziato ad allestire un mercatino… magico! I commercianti stavano ancora chiacchierando pigramente e bevendo caffè e noi abbiamo ascoltato le loro storie. Alcune allegre, tante tristi, mi ricordo la proprietaria di una fabbrica di bottoni fatti di porcellana che li vendeva al pezzo perché la sua fabbrica aveva chiuso… Ne siamo usciti con una ciotolina che usiamo tuttora, una sciarpina, tanti bottoni e un formaggio all’aglio che puzzava tantissimo.

Borsa: Palermo

Mmmh, Estate 2014? No 2013. Vacanze con Bram, negozio di una ragazza giovane che sfidava il pizzo con le sue creazioni. La borsa non mi serviva, ma mi piaceva, ma non mi serviva, ma mi piaceva… alla fine l’ho comprata con l’idea di regalarla, alla fine ovviamente me la sono tenuta ed è diventata la mia borsa preferita!

Zaino: Berlino

Acquisto recente, dopo che il mio primo mi è stato rubato in metropolitana, dopo che il secondo è stato aperto sulle scale mobili da uno stupido ladro che credeva andassi a giro col pc (lo zaino era in realtà pieno di melanzane e peperoni, nella tasca per il pc c’erano i carciofi!) e per un po’ ho avuto paura a usarlo e usavo quello di Bram, alla fine a Ottobre 2014 ero a Berlino per lavoro e c’era anche Bram e in un negozio abbiamo visto questo delizioso zainetto grigio a pois scontato al 50%… preso!

Catenina: Pitigliano

Ecco questa è la mia storia preferita, perché è un incrocio di destini e un intreccio di vite. Aaaah, da dove inizio?

Premessa: il mio libro preferito è Alice nel Paese delle Meraviglie. Adoro il mondo di Alice e tutto l’assurdo che ci ruota intorno.

Detto ciò.

Quando vivevo in Italia d’Estate andavo sempre a Mercantia, un festival di arti di strada che si tiene a Luglio a Certaldo. L’ho sempre amato tanto che la mia tesi di laurea si apre con una frase presa dal libretto del festival. La amo, mi sembra una metafora della vita:

“Non entrate in codesto loco, dove di ogni cosa si fa mercimonio…”
inveisce frate Cipolla all’ingresso del paese,
mentre draghi-quasi-umani sputano lunghe lingue di fuoco
ed artisti erranti combattono la loro battaglia
contro Signora Malinconia.
La polvere pirica con un po’ di tecnica disegna arabeschi luminosi nell’aria,
passano uomini che s’ingegnano coi loro stru-menti di metter ali alla musica.
Abili burattini, senza darlo a vedere, manovrano i loro burattinai,
il diavolo più volte cerca la riconquista del cielo
per poi ricadere a terra, dove a suo tempo fu destinato.
Ciclisti avari risparmiano sul numero delle ruote,
c’è chi invece di palle ne ha cinque palle, gli girano e non si fermano mai.
Udite, udite!
Si va ad intendere e a vedere un nuovissimo e godibilissimo spettacolo…

Insomma, ho sempre adorato Mercantia e tutto il contesto. Fra arti e cibo stava un mercatino dell’artigiano, e io mi ero invaghita delle creazioni di una giovane ragazza, Elena mi pare si chiamasse, chiamiamola Elena, e avevo comprato un piccolo elfo che tuttora vive con me a casa a Bruxelles.

Poi la vita fa i suoi giri, io e Flanzo ci lasciamo, io lascio Firenze per Bruxelles, un giorno di pioggia apro un blog.

Ecco, questo è solo uno dei tanti intrecci nati dal blog.

Tramite il blog ho conosciuto varie ragazze e insieme abbiamo fondato La Vita è Belga.

Michela ha deciso di invitare Letizia a Bruxelles, per presentare il suo libro, che è un libro di ricette ma anche e soprattutto di storie.

Viene fuori che Letizia è toscana come me, ha un agriturismo in Maremma.

L’Estate del 2012 io e Bram l’abbiamo passata on the road, da Bruxelles a Cosenza in auto e ritorno, tre settimane in giro per l’Italia con tantissime tappe, l’Alto Adige, le Marche, l’Umbria, la Toscana, la Campania, la Calabria, e poi la Campania di nuovo, la Toscana di nuovo, la Liguria, e poi via verso la Francia e ritorno. È stato un viaggio bellissimo con tante di quelle cose dentro che alla fine non ne ho mai scritto…

Comunque, visto che in Maremma andiamo decido di passare da Letizia. All’agriturismo trovo un volantino. Elena sta di base a Pitigliano, e proprio in quei giorni c’è una sua mostra a Pitigliano, nella libreria che ha pubblicato il libro di Letizia, e il tema della mostra è… Alice nel Paese delle Meraviglie! Se non son coincidenze queste.

La teiera di Alice è venuta a Bruxelles con me e la uso ogni volta che organizzo un tè di matti.

E il ciondolino? Lo indosso spesso, rappresenta Alice, ma se si guarda bene i lineamenti sono quelli di Elena.

È un ricordo e un legame, con la mia terra e con quel mondo magico che tanto amo.

4 commenti leave one →
  1. agosto 3, 2015 10:16 am

    Bello! Anche io adoro Mercantia, ma sono 3 anni che non riusciamo ad andarci e mi dispiace un sacco! Però che palle, io in vacanza non compro mai niente, perché sono troppo occupata a fare la maratona nei posti e quindi non ho mai nulla di carino da associare ai posti! Mi sa che devo rivedere la mia tattica di viaggio!

  2. agosto 3, 2015 12:40 pm

    Sai, dovresti farti fotografare con quei vestiti o quei gioielli addosso.Ciao

  3. ava permalink
    agosto 3, 2015 5:14 pm

    Lo sai Francesca che i tuoi racconti di viaggio e non solo, sono così emozionanti, che starebbero bene riuniti in un libro “ricordi ed emozioni mondiali (cioè dal mondo)”?

  4. agosto 4, 2015 7:36 am

    ahah, mamma ava, mi sa che sei un poco di parte! ;-)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: