Skip to content

Torta di mele semplice semplice

ottobre 30, 2015

Mi rendo conto molto bene di pubblicare quasi esclusivamente torte… è che sono così fotogeniche!

Stamattina a Bruxelles faceva fresco, ho tremato un pochettino senza la sciarpa. La folata gelida mi ha sorpreso e mi ha parlato. Mi ha raccontato di mattine fredde, in un altro luogo dove sono stata in passato ma che non sono riuscita a riconoscere. Doveva essere un luogo che ho amato, perché la sensazione è stata piacevole. Mi è venuta in mente la Germania, ci sono stata varie volte di recente, ma mai troppo a lungo, e il vento invece parlava di quotidianità. Succede anche a voi di sentire un suono, un odore, una sensazione sulla pelle e trovarsi improvvisamente trasportate lungo Memory Lane? E che la sensazione sia così fugace che a volte si riesce a catturarla e a volte no?

Questa è la mia torta di mele preferita, forse non è la più buona, ma è semplicissima e l’ho fatta tante di quelle volte che ormai vado ad occhi chiusi. La ricetta originale è qui, ieri l’ho variata un pochettino, ho messo più mele. Questa ricetta parla di KOK e di PLP e di quando vivevamo insieme e di uno dei più bei regali che la vita mi abbia mai fatto.

1 uovo
75 gr di zucchero di canna
2 cucchiai di olio di semi
100 ml di panna (o ricotta, o yogurt)
un pizzico di sale
100 gr di farina
4 gr di lievito per dolci
4 mele bio dolci e piccoline
zucchero di canna, cannella e poco burro per spolverizzare

È veramente la ricetta più semplice del mondo!
Sbucciare le mele (io col pelapatate) e tagliarle a fette. Io uso un aggeggio apposito che le divide in 8 ed elimina il torsolo, ho poi tagliato ogni fettina ulteriormente a metà e quindi da ogni mela ho ottenuto 16 spicchi.
Sbattere l’uovo col zucchero (io mescolo con la frusta, non c’è da montare né niente di simile), aggiungere prima gli ingredienti liquidi (olio e panna) e poi quelli solidi (sale, farina e per ultimo il lievito) e mescolare.
Versare l’impasto in una teglietta tonda (non ho misurato il diametro, abbiate pazienza, sarà stato 23 cm?) rivestita con carta da forno. Preriscaldare il forno a 180° o anche un po’ di meno. Disporre in superficie le mele sovrapponendole, spolverare con zucchero di canna, cannella e fiocchetti di burro e infornare.
Il tempo di cottura dipende dal forno e dalla temperatura, io avevo messo poco meno di 180° e ci è voluta un’ora tonda tonda.

IMG_20151029_210425

Ne ho assaggiato una fettina quando era ancora tiepida e devo dire che era spettacolare un bel po’!

Annunci
2 commenti leave one →
  1. ottobre 30, 2015 12:57 pm

    e’ Spettacolare pure la foto, mi avventerei sullo schermo! Sì, a Memory Lane, a volte basta poco e madò sono in un post e in una situazione. Tipo le caldarroste in questo periodo. baci

  2. Nilde permalink
    novembre 22, 2015 5:59 pm

    Io ricordo con nostalgia l’odore del pane del Forno di Gennarino a Cava dei Tirreni sotto la casa della mia nonna Linda, e con piacere anche l’odore dei campi anche se letamati o di erba appena tagliata della campagna vicino a Cremona.I ricordi d’infanzia sono i più duraturi nella nostra memoria. Ciao.Nilde

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: