Skip to content

Bidù e Belgiate e Misteri

dicembre 17, 2015

Stamattina mi sento bidù. In realtà è un po’ tutta la settimana che ho l’impressione di aver esaurito le scorte di energia per il 2015… È vero che voglio farne troppe e il dono dell’ubiquità ancora non ce l’ho, però ‘sta settimana proprio rincoglionita sono.
Ho perso le chiavi di casa. Quelle che aprono il portone giù, non quelle della porta di casa mia, quindi meno grave, but still, come cazzo ho fatto?
La mattina non riesco a alzarmi neanche con le cannonate.
Mi scordo le cose, anche cavolatissime eh, tipo che sulla scrivania tengo una bottiglia d’acqua e quando esco dall’ufficio dovrei semplicemente ricordarmi di tapparla!, e sono già due mattine che arrivo e la trovo aperta.
Vabbè. Forse ho l’Alzheimer precoce o forse sono solo stanca.
Voglio lavorare e voglio cucinare e voglio bere il tè e voglio andare a yoga e voglio invitare amici a cena e voglio anche essere in ufficio presto e dormire 8 ore, ma le giornate di 24 ore non bastano per tutto ciò!

Ah e sono diventata dipendente dallo zinco. Un annetto fa ero andata dal medico perché ero sempre piena di afte e lei mi aveva detto di prendere lo zinco. L’ho preso e sono sparite. Ma appena lo smetto tornano! Non posso più stare senza zinco! :-D

A proposito di salute, ho un piccolo aneddoto che secondo me spiega meravigliosamente quanto sia stronzo il Belgio (l’uso della parola stronzo in questo contesto lo capiranno solo gli Sbuffoli).
Allora siccome ultimamente ho sofferto di colite abbestia un paio di settimane fa sono andata all’ospedale a Leuven, in Fiamminchia, per fare degli esami. Aspetto i risultati e non arrivano. Chiamo l’ospedale e mi dicono di averli mandati per posta al mio medico qua a Bruxelles. Chiamo il medico e lei mi dice che non sono ancora arrivati. Ieri richiamo e finalmente sono arrivati. MA…
I risultati sono in fiammingo.
La mia dottoressa è francofona.
Solo qui…

Comunque, pare che sia tutto a posto, o quantomeno pare che non morirò domani!

Ho un altro piccolo aneddoto, o più precisamente al momento è un Mistero.
Dunque ho questo nuovo collega, JF. È un francese che non ho capito per quale motivo si fa un anno qui, ma solo 2 settimane al mese. Ha una bimba di 3 mesi e un cappotto bellissimo che gli ha fatto sua moglie.
Quando è arrivato in Belgio c’è stato un piccolo malinteso: io avevo capito che stava solo 1 settimana al mese e gli avevo detto che magari poteva stare da me. Poi però è venuto fuori che erano 2 settimane al mese e allora quando mi ha chiesto conferma gli ho detto di no, sentendomi un pochino in colpa.
Ieri mattina lo incontro all’uscita della metro, fermo con l’aria spersa. Scherzo sul fatto che non voglia venire in ufficio e poi ci avviamo insieme, ma dopo un po’ diventa chiaro che non ha idea del percorso dalla metro all’ufficio. Mi spiega che la sera prima è uscito e ha dormito da amici.
Chiacchieriamo un po’ e è molto simpatico e alla fine decido di invitarlo a cena stasera. Gli mando un’email e non sapendo dove abita gli dico che se necessario può dormire da me.
Dopo un po’ si gira e mi dice “With pleasure!”.

With pleasure che? Viene a cena? Resta a dormire? Non ho avuto il coraggio di chiederglielo. Stamattina però è arrivato in ufficio con un sacchetto del supermercato pieno di vestiti e un sacco a pelo… :-O

4 commenti leave one →
  1. dicembre 18, 2015 11:17 am

    Come è andata? Si è accampato da voi? E, soprattutto, cosa avete mangiato? ^^

  2. dicembre 21, 2015 9:28 am

    ahah, no, non si è accampato, abbiamo finito di cenare in tempo per l’ultima metro ed è tornato a casa sua!
    abbiamo mangiato:
    – polpettine di zucchine, fagioli e broccoli con salsa di pomodori freschi e scalogno *
    – polpettine di patate, menta e feta con tzatziki *
    – mini meat pies con tomato relish
    – testaroli al pesto
    – insalata calda di bietola, zucca e taleggio **
    – formaggio (caprino fresco) ***
    – crostata con la marmellata di pesche
    * qualche mese fa avevo fatto tipo 300 polpettine per un catering, ma siccome non ero soddisfatta del risultato le avevo surgelate e rifatte e di conseguenza ora ho il freezer pieno di polpette che rifilo a chiunque venga a cena!
    ** sapeva solo d’aglio
    *** necessario perché non ce la poteva fare a passare dall’aglio alla crostata!

  3. sally permalink
    dicembre 22, 2015 12:25 pm

    Ciao tesoro!! sai che ieri sera ho pensato anch’io di avere l’alzheimer precoce?? oltre a varie cazzate quotidiane ieri per la prima volta ho perfino “dimenticato” di andare a prendere dalia! cioè, pensavo di doverla andare a prendere in una scuola dove fa posticipo e ginnastica al mercoledi e finisce 17.30 invece era nella sua dove fa ginnastica al lunedi e finisce 17.00….era rimasta solo lei…..mi ha chiamato la maestra preoccupata mentre ero tutta presa a cucinare dolcetti e paninetti da portare al lavoro oggi!!!!!….che figuraaaaa…..

  4. dicembre 22, 2015 12:30 pm

    ahah, sally, credo che una non si possa chiamare mamma se non si dimentica la figlia almeno una volta! ;-)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: