Skip to content

Un riassunto

agosto 16, 2016

Ennesimo post che inizio senza sapere se riuscirò a finirlo. Tentativo di riassunto dell’ultimo periodo!

Dopo tanto pensare io e Bram avevamo deciso che ci sarebbe piaciuto prendere 6 mesi di “interruzione di carriera” per viaggiare. Questo per legge belga si può fare senza perdere il lavoro attingendo a una fonte che si chiama “time credit” e a cui sempre per legge non può attingere più del 5% dei dipendenti di una stessa azienda al tempo stesso. Giustamente, visto che non è che se ne possono andare tutti in vacanza insieme!

Chiedo alle mie risorse umane, da qui in poi denominate HR, e viene fuori che grazie a tutte le simpatiche mamme che lavorano al 50% o all’80% il 5% di legge da me è abbondamente raggiunto. Fino al 2019.

Chiedo allora se potrei prendermi 6 mesi come “ferie non pagate” (altra storia, lavoro mantenuto ma altre tutele no). Mi viene risposto che per quello non c’è problema. Evviva!

Risolta la situazione mia, tocca a Bram, la cui situazione lavorativa è incerta (adesso non più, il lavoro ce l’ha). Ottiene il sì.

Si inizia a pianificare.

Parlo col mio capo e gli dico che vorremmo andare via all’incirca da Dicembre 2016 a Giugno 2017. Non è contento ma dice comunque di sì. Andiamo a parlare con HR per formalizzare la cosa e qua iniziano i casini.

Non ho voglia di ripostare tutto. È stato un bruttissimo mese di “sì” “no” “forse”, che se mi avessero detto di no subito sarebbe stato meglio. Si sono ipotizzate varie possibilità. Ferie non pagate. Mi licenzio e quando torno mi riassumete. Si interrompe il contratto e poi lo si riattiva. Un mese di incertezza e risposte contraddittorie, e alla fine un bel “no”.

OK. Alla fine me lo aspettavo pure. E comunque meglio sapere che non sapere. Ma…

Ma il mese di altalena mi ha stressato al punto tale che 1. qualche giorno dopo il “no” sono entrata nell’ufficio di HR per chiedere una cosa e come ci ho messo piede dentro ho, con mia estrema sorpresa, iniziato a piangere, e non sono riuscita a pronunciare una parola per una mezz’ora consecutiva, singhiozzavo e basta; 2. rimesso in discussione tutta la mia vita, ma tutta tutta tutta, le mie scelte, il mio lavoro, la mia città, e anche Bram.

Mi sono trovata disperata e completamente persa, senza sapere cosa fare, senza sapere dove sbattere la testa.

Per fortuna c’è Whatsapp, e per fortuna ci sono tutte le amiche/amici che mi hanno ascoltato/sostenuto/sopportato in quei giorni.

Poi piano piano è passata. Ancora non so cosa voglio fare, ma non sono più così disperata, e anche con Bram mi pare che vada meglio (ma non lo voglio dire a voce troppo alta).

Abbiamo lentamente ricominciato a viaggiare, visto che adesso non dobbiamo più tenere da parte i giorni di ferie per usarli per il viaggio.

C’è stato un weekend in Germania, un po’ triste e ancora con la testa piena di brutti pensieri. L’abbiamo prenotato e poi non ci volevo più andare. Aiuto. Alla fine ci sono andata e è stato un po’ brutto e un po’ bello.

Poi c’è stato il weekend del 21 Luglio, che in Belgio è ponte, e siccome non avevamo prenotato nulla in anticipo non sapevamo dove andare e alla fine abbiamo fatto la cosa più semplice, siamo andati in Olanda dai genitori di Bram. Avevo paura che sarebbe stato brutto, che i miei fantasmi avrebbero preso il sopravvento, e invece è stato bello, pieno di fiori e animali e porcospini che razzolano in giardino!

Poi ci sono stati un po’ di giorni in Toscana, al mare a Castiglioncello, io Bram e la mia mamma! Belli e rilassanti, e mica mi ero resa conto di quanto ci volessero, di quanto viaggiare ci mancasse, e il mare ci mancasse, e un’intera estate senza sole, che qua quest’anno non è pervenuto, possa avere un effeto nefasto sull’umore anche se non ce se ne (o ce ne se?) rende conto.

Lo scorso weekend era quello di Ferragosto e siamo andati a Hasselt, nelle Fiandre, per un festival. Ed è stato fantastico!

Siamo stati in un b&b meraviglioso, un loft nel centro di Hasselt.

Il tempo era bellissimo e Hasselt è molto carina.

Il primo spettacolo che abbiamo visto era in un parco. Un batterista e un giocoliere bravissimi! Fantastico, anche se siamo morti di caldo. Compagnia POST UIT HESSDALEN.

Siamo andati a fare un aperitivo e poi siamo tornati nel parco per D’IRQUE & FIEN. Acrobazie e pianoforti.

Il tempo per la cena non c’è stato. Abbiamo agguantato del pane già affettato e del salame al supermercato e ci siamo mangiati un panino al volo mentre facevamo la coda per entrare nel tendone del COLLECTIF MALUNÉS. Il loro spettacolo è stato meraviglioso. Divertente, acrobatico (e che acrobazie!), con musica dal vivo… favoloso. La musica dal vivo negli spettacoli di circo è qualcosa di incredibile, e non si può portare via solitamente, esiste solo lì.

Saremmo dovuti andare a letto con loro negli occhi, e invece siamo andati a vedere la COMPAGNIE ATTENTION FRAGILE… e lo spettacolo non ci è piaciuto per niente. Vabbè.

La mattina dopo brunch un po’ obbligato (nel senso che non c’è stato verso di trovare un semplice caffè con croissant!) e poi DEFDEF & WING NUTS DECOR, spettacolo teatrale molto molto carino, mi è piaciuto nonostante fosse in olandese!

Poi cinema, BERLIN: i realizzatori sono andati per 10 anni consecutivi a trovare una coppia di contadini ucraini che ha rifiutato di muoversi dalla zona contaminata, e alla fine lì sono rimasti solo loro. Ne hanno fatto un documentario.

Hamburger al volo e poi danza/circo: NOFIT STATE, fantastici come sempre, il motivo principale per cui avevamo deciso di andare al festival.

Abbiamo proseguito con GANDINI JUGGLING, un gruppo di giocolieri che non ci ha convinto troppo, e poi siamo riusciti a cenare in un ristorante delizioso! Non pensavamo avremmo avuto tempo di provarlo, e invece sì!

E dopo cena… lo spettacolo più bello di tutti. GALAPIAT CIRQUE / JONAS SÉRADIN. Nel cortile di un museo, un posto magico di per sé, al calar del sole, siamo stati letteralmente trasportati in un mondo di musica, canzoni che vengono da lontano e salti mortali. Una cosa indescrivibile, magica e poetica, di quelle che ti spiegano perché vale la pena di vivere. Lo spettacolo si chiama BOI, bere, e alla fine vino per tutti, e ancora musica e meraviglia. Chiusura perfetta.

Fuochi d’artifico e a nanna con gli occhi pieni di stelle.

Ieri in giro per abbazie. Sole e una cerimonia del tè dolorosissima, avete presente l’espressione in ginocchio sui ceci? Ecco.

Scrivo poco ma ho aperto un blog di ricette. E ho appena fatto un riassunto, e adesso metto qualche foto!

In Germania:

IMG-20160709-WA0003

IMG_20160714_200242

In Olanda (quello nelle prime tre foto è il giardino di casa dei genitori di Bram):

IMG_20160721_105046

IMG_20160721_105308

IMG_20160721_105422

IMG_20160721_173642

IMG_20160721_191706

IMG_20160722_094919

IMG_20160722_224611

IMG_20160725_134925

In Toscana:

IMG_20160808_122810

IMG_20160808_185141

IMG_20160809_100445

Al festival a Hasselt:

IMG_20160813_195939

IMG_20160813_202556

IMG_20160814_211353

IMG_20160814_233837

IMG_20160814_234044

IMG_20160814_234423

IMG_20160815_105716

IMG_20160815_120208

IMG_20160815_124113

Tutta vita!

6 commenti leave one →
  1. agosto 16, 2016 3:15 pm

    Grrrrr, che rabbia, avremmo potuto chiacchierare di tutto questo dal vivo, uffffffffffffff!

  2. agosto 17, 2016 10:03 am

    Come già sai la tua trafila del Sì, No, boh, forse, è troppo simile alla mia sul part time, e capisco quindi perfettamente quanto ti abbia annientata perchè si tratta, scusa se è poco, della TUA VITA!
    Non hai postato a lungo, ma cara mia, ora recuperi alla grande con questo post emotivo ricco di foto spettacolari di cui non posso che ringraziarti. Tu sei bellissima.
    Sono felice di ritrovarti. Un bacione

  3. violaemi permalink
    agosto 17, 2016 11:26 am

    Mi sono mancati i tuoi post. Per il lavoro mi spiace e di più non dico che l’argomento mi è difficile, troppo. Mi piace ritrovare le foto di Instagram qui accompagnate dalle tue parole. Buona Estate!

  4. agosto 17, 2016 1:10 pm

    Felice io di ritrovare voi! :-)

  5. agosto 17, 2016 9:02 pm

    Come ti trovo su instagram? 😁

  6. agosto 18, 2016 7:38 am

    piccola_reporter, ma causa nuovo food blog al momento ci sono praticamente solo foto di cibo! stavo pensando stamattina che forse dovrei creare un nuovo account separato… suggestions accepted! ^^

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: