Skip to content

Where is home?

settembre 6, 2016

Venerdì sono venuta in ufficio con la valigia, avevo l’aereo in serata e non sarei ripassata da casa prima di andare all’aeroporto. Il mio capo ha visto la valigia e mi ha chiesto “Where are you going?”. “I’m going home”, ho risposto.

Si è stupito. Ma come, mi ha chiesto, casa non è qui?

Casa sono tutte e due. Non sono forse fortunata ad avere due posti da poter chiamare casa?

È stato un weekend bello e strano, bello e faticoso, ho dovuto fare la giocoliera come sempre quando vado solo per un paio di giorni, ma non è certo colpa della famiglia o dei miei amici se è stato faticoso, sono io che sono in un periodo un po’ così e non sto bene da nessuna parte.

Sull’aereo, al ritorno, ho riascoltato “The Final Cut” dei Pink Floyd, tutto l’album. Non lo ascoltavo da non so quanto e mi ha portato indietro nel tempo. È bellissimo.

2 commenti leave one →
  1. settembre 6, 2016 9:39 am

    The final cut è il mio preferito dei Pink Floyd, ieri il cell mi ha avvisato che mi avevi mandato un messaggio, ma non c’era nulla, mistero, e il curry con le zucchine ci sta proprio bene, ma il Nano ha voluto a tutti i costi la pasta al ragù di nonna Meri!

  2. settembre 6, 2016 9:42 am

    uh? che strano, io non ho niente fra gli inviati! ma messaggio messaggio o whatsapp? bah, mistero! scusa per la risposta al volo e scusa se non mi sono fatta sentire nonostante fossi in toscana, sono stata solo 3 giorni e sono stati super intensi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: