Vai al contenuto

Qualche piccolo pensiero e molto poco tempo

luglio 31, 2018

Il weekend è stato pieno, Silvia mi avrebbe cazziato. Bram non c’era e pensavo che avrei fatto chissà quante cose e mi sarei riposata e invece come al solito ho finito col farmi trascinare in un turbine di attività.

Venerdì sera forse ho davvero cazzeggiato.
Sabato ho finito di organizzare il Giappone, cioè di decidere l’itinerario, e ho prenotato il volo (interno) per Miyako-jima, molto molto felice io! Poi sono andata a pranzo con PLP in un libanese che ha aperto da poco e che mi ispirava abbestia e ho avuto ragione, era buonissimo! Nel pomeriggio cazzeggio e cucina.
Domenica credevo che avrei fatto chissà che e invece mi sono alzata e ho cucinato ininterrottamente fino alle 12 (fake roti; dip di fagioli bianchi; crostata con la crema e le fragole; crostata alla marmellata); alle 12 è arrivata la mia amichetta Rita e abbiamo fatto brunch insieme; alle 15 c’è stato il cambio, Rita è andata via e sono arrivati Saskia e Kin; poi sono arrivate anche Dagmara e Madeline e Kin ha cucinato indiano per tutti!
Dagmara e Mad sono rimaste a dormire, poi ieri dopo il lavoro ho risistemato tutta la cucina che era un po’ un campo di battaglia e poi per non sporcarla di nuovo cucinando ho cenato a pane e salame!

IMG_20180731_095138_717

Bevendo e chiacchierando non mi ricordo come siamo finiti a parlare di “Cosa faresti se vincessi dieci milioni di euro?”. Voi cosa fareste?
Io lo so cosa farei. Ma non avrei proprio neanche mezzo dubbio. Mollerei tutto e ripartirei in viaggio. Viaggerei viaggerei viaggerei. E basta.
Mi sembra una cosa talmente logica che mi aspettavo che tutti avrebbero detto lo stesso. Invece no! Tutti estinguerebbero il mutuo (io manco quello farei), poi qualcuno viaggerebbe un po’, qualche aprirebbe la sua propria impresa, qualcuno aiuterebbe i genitori, Mad sposterebbe il posto in cui lavoriamo più vicino a casa sua (al momento è a due ore sola andata col treno).
Ma sono strana io?
E niente, questa cosa mi ha fatto pensare un po’, perché se per me niente di materiale è importante, allora perché lavoro e compro case esattamente, anziché fare vita nomade coi tre cenci che entrano in valigia?
Poi mi sono resa conto che c’è un’altra cosa che mi piacerebbe fare ed è studiare le lingue, sul serio, non a cazzo come faccio ora.
Che abbia sbagliato tutto nella vita? Mumble mumble…

L’altra cosa che ho in testa è complicata e non ce l’ho chiara nemmeno io. Mi è venuta in mente per via di una cosa che è successa ieri e che poi magari vi racconterò.

In a nutshell: delle volte mi sembra di essere superficiale e di conseguenza senza sentimenti.

Sulla prima.
Le persone sono fatte a strati. Ecco io ho l’impressione, a causa della mia superficialità, di vedere solo il primo.

Sulla seconda.
Non ho pianto quando è morta la mia nonna, non sono nemmeno tornata per il funerale (OK ero a Lampedusa, sarebbe stato difficile comunque).
Non torno a casa spesso, l’ultima volta è stata a Luglio e la prossima sarà ad Ottobre. È una scelta, avrei potuto decidere di stare di meno in Giappone e andare a casa più spesso.
Se vincessi un sacco di soldi non tornerei in Italia, non andrei dai miei cari, partirei in viaggio (con Bram!) alla scoperta di posti esotici e lontani.

Quello che mi chiedo è. È la mia natura? Sono sempre stata così? O è una corazza che mi sono costruita per difesa? E se in questo modo mi perdessi delle cose importanti? Cose che hanno a che fare con le radici, con l’affetto, con le emozioni?

In altre parole: e se non avessi capito un cazzo?

20180730_205714_001

20180731_070601

La mia orchidea sta fiorendo. Ieri sera era come nella prima foto e stamattina come nella seconda.

3 commenti leave one →
  1. Silvia permalink
    agosto 1, 2018 9:06 am

    Ma mi fai passare per una pigrona istigatrice di pigrizia! Non dico che bisogna passare il tempo a non far nulla, dico solo che quando si è stanchi e esauriti bisogna fermarsi e riposarsi.
    Invece sono con te che se fossi più ricca, viaggerei di più.
    Però io lo so da dove mi viene la voglia di vedere il mondo (e anche il dare per scontato che sia così per tutti ): l’ho ereditato dai miei genitori.
    Forse è così anche per Ila e il tuo mezzo cervello si è sincronizzato. Poi però ci hai super-superato 😅

  2. agosto 1, 2018 9:47 am

    Tutti ci soffermiamo a pensare “e se non avessi capito un cazzo ecc?” io avevo scritto un post sull’ipotetica vincita, ecco comprerei e ristrutturerei la casa dei miei nonni e lascerei il lavoro.

  3. agosto 2, 2018 7:07 am

    Silvia ma che pigrona, lo sai che te sei il mio guru! 💙

    Sandra, tu quoque!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...